abboccamento

s.m.

1.  colloquio importante o riservato: avere , chiedere , fissare un abboccamento

2.  (tecn.) accostamento bocca a bocca di due elementi cavi, come tubi o condutture | (med.) intervento chirurgico che mette in comunicazione due organi cavi interni fra loro o un organo cavo interno con l'esterno, mediante la creazione di un nuovo orifizio.

abboccare

v. intr. [io abbócco , tu abbócchi ecc. ; aus. avere] (1) afferrare l'esca con la bocca (detto di pesci): abboccare all'amo ; i pesci oggi non abboccano  (2) (fig.) cadere in inganno, lasciarsi abbindolare: abboccare alle lusinghe di qualcuno ; qualunque proposta gli facciano, lui abbocca  (3) combaciare, essere congiunti (detto di due tubi) (4) (mar.) detto di natante a vela, navigare inclinato, con uno dei bordi che sfiora il pelo dell'acqua | v. tr.  (5) (non com.)...

leggi

abboccato

agg. si dice di vino che tende al dolce; amabile. 

leggi

abboccatoio

s.m. bocca delle fornaci. 

leggi

abboccatura

s.f.  (1) l'abboccare; imboccatura (2) nei serramenti, tratto in cui il montante della parte mobile opposto a quello incernierato combacia con il corrispondente montante della parte fissa. 

leggi

abbocchevole

agg. (mar.) si dice di imbarcazione che naviga inclinata su uno dei bordi, sfiorando il pelo dell'acqua. 

leggi

Sitemap