abbuono

pop. abbono, s.m.

1.  riduzione accordata su una prestazione, un prezzo, un debito o sulla riscossione di un credito: concedere , ottenere un abbuono

2.  ciò che si detrae da un conto o da una partita all'atto della liquidazione o del pagamento: abbuono d'imposta ; fattura d'abbuono

3.  (sport) riduzione del tempo impiegato a coprire un percorso concessa ai primi arrivati in talune corse ciclistiche a tappe | nelle gare ippiche, riduzione della distanza o del peso concessa ai concorrenti più deboli.

abbuffarsi

o abboffarsi, v. rifl. (pop.) mangiare voracemente e in abbondanza. 

leggi

abbuffata

o abboffata, s.f. (pop.) l'abbuffarsi; grande mangiata: fare un'abbuffata di pastasciutta | (estens.) grande quantità, abbondanza. 

leggi

abbuiamento

s.m. (non com.) l'abbuiare, l'abbuiarsi; oscuramento. 

leggi

abbuiare

v. tr. [io abbùio ecc.] (1) mettere al buio, oscurare; (fig.) smorzare, attenuare (2) (fig. non com.) mettere a tacere, passare sotto silenzio: abbuiare uno scandalo | v. intr. impers. [aus. essere] (non com.) divenire buio: d'inverno abbuia presto | abbuiarsi v. rifl.  (3) (non com.) divenire buio (4) (fig.) farsi scuro in volto; divenire triste. 

leggi

abburattamento

s.m.  (1) l'operazione di abburattare (2) (med.) grave disturbo del linguaggio per cui le parole si pronunciano precipitosamente e balbettando. 

leggi

abburattare

v. tr.  (1) separare la farina dalla crusca col buratto, con lo staccio o con speciali macchine (2) (fig. non com.) passare al vaglio, esaminare (3) (non com.) agitare, scuotere. 

leggi

abburattata

s.f.  (1) abburattamento rapido: dare un'abburattata alla farina  (2) quantità di farina che può essere contenuta dal buratto. 

leggi

abburattatore

s.m. [f. -trice , pop. -tora] chi abburatta; chi fa la cernita delle farine. 

leggi

abburattatura

s.f.  (1) abburattamento (2) la crusca ottenuta dall'abburattamento. 

leggi

Sitemap