abro

s.m. arbusto rampicante, con foglie paripennate e infiorescenze a grappolo di color rosso (fam. papilionacee); i semi si usano per fare collane, rosari ecc.

abrogabile

agg. che si può abrogare. 

leggi

abrogare

v. tr. [io àbrogo , tu àbroghi ecc.] (dir.) annullare, revocare una legge, un decreto e sim. mediante un atto di autorità pubblica. 

leggi

abrogativo

agg. che ha il fine di abrogare, che abroga: referendum abrogativo di una legge.  

leggi

abrogatorio

agg. (dir.) che abroga: provvedimento abrogatorio.  

leggi

abrogazione

s.f. (dir.) l'abrogare, l'essere abrogato: abrogazione espressa , quella che avviene mediante un'esplicita menzione; abrogazione tacita , quella che avviene per incompatibilità con le norme precedenti. 

leggi

abrogazionista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi sostiene la necessità di abrogare una legge | anche agg. : campagna , propaganda abrogazionista.  

leggi

abrostine

s.m.  (1) specie di vite americana | (ant.) vite selvatica (2) l'uva prodotta da questa vite. 

leggi

abrotano

s.m. pianta erbacea, con foglie frastagliate, aromatiche, e piccoli fiori biancastri riuniti in capolini globulari (fam. composite). 

leggi

Sitemap