accolita

s.f. lo stesso che accolta , ma più com. in usi spreg.: un'accolita di canaglie , di poco di buono.

accolitato

s.m. (eccl.) il quarto degli ordini sacri minori (aboliti dopo il concilio vaticano ii), che conferiva al chierico l'ufficio di servire all'altare; oggi, il ministero di servire all'altare durante la messa. 

leggi

accolito

ant. acolito, s.m.  (1) (eccl.) chi è insignito dell'accolitato, e in genere chi serve all'altare (2) (estens.) chi fa parte del seguito di un personaggio o frequenta abitualmente un gruppo (spesso spreg.). 

leggi

accollacciato

agg.  (1) si dice di abito chiuso sino al collo; accollato (2) di persona, che porta un abito accollato. 

leggi

accollamento

s.m. l'accollare, l'accollarsi. 

leggi

accollante

part. pres. di accollare e agg. nei sign. del verbo s.m. e f. (dir.) chi si assume il debito di un altro. 

leggi

accollare

v. tr. [io accòllo ecc.] (1) (lett.) mettere sul collo (2) (fig.) addossare, attribuire: si accollò tutte le spese  (3) mettere un carico sul collo di un animale, oppure caricare eccessivamente il carro nella parte anteriore, così che il peso grava sul collo dell'animale (4) (mar.) manovrare un veliero in modo che il vento colpisca la faccia prodiera delle vele quadre | v. intr. [aus. avere] coprire il collo, arrivare fino al collo: abito , scarpa che accolla.  

leggi

accollata

s.f. nel medioevo, colpo di spada dato di piatto sulla nuca o sulla spalla del nuovo cavaliere, nella cerimonia dell'investitura. 

leggi

accollatario

s.m. [f. -a] (1) (dir.) creditore a vantaggio del quale opera l'accollo (2) (non com.) chi si accolla un lavoro, un incarico ecc.; impresario, appaltatore. 

leggi

accollatico

s.m. tassa che, nella campagna romana e nelle legazioni pontificie, si pagava per i buoi da giogo (secc. xvi-xvii). 

leggi

accollato

part. pass. di accollare agg. si dice di abito chiuso fino al collo o di scarpa che copre il collo del piede s.m. [f. -a] (dir.) debitore il cui debito viene assunto da un terzo. 

leggi

Sitemap