adorazione

s.f.

1.  atto del venerare la divinità prostrandosi o inginocchiandosi davanti a essa o a ciò che la rappresenta; nella teologia cattolica, atto del culto supremo dovuto a dio: l'adorazione del sacramento , della croce ; l'adorazione dei magi | essere , stare in adorazione davanti a qualcuno , a qualcosa , (fig.) rimanere in atteggiamento estatico, di contemplazione

2.  sentimento di chi adora; per estens., amore grandissimo: ha un'adorazione per sua madre.

egolatria

s.f. adorazione di sé stesso. 

leggi

angelolatria

s.f. culto e adorazione degli angeli. 

leggi

elioteismo

s.m. (relig.) adorazione e culto del sole. 

leggi

monolatria

s.f. (relig.) adorazione di un solo dio a preferenza di qualunque altro; è considerata fase primitiva del monoteismo. 

leggi

idolatria

s.f.  (1) adorazione degli idoli; culto a essi tributato (2) (fig.) amore sviscerato, ammirazione fanatica per qualcuno o qualcosa; dedizione fervida: ha una vera idolatria per quella donna.  

leggi

adorabile

agg. degno di essere adorato; per estens., si dice di persona o cosa molto graziosa, amabile, piacevole § adorabilmente avv.  

leggi

adorante

part. pres. di adorare agg. si dice in partic. di figura rappresentata nell'atto di adorare la divinità: angelo adorante.  

leggi

adorare

v. tr. [io adóro ecc.] (1) tributare adorazione: adorare dio | riconoscere come divinità, venerare: gli egizi adoravano il sole  (2) (estens.) fare oggetto di grandissimo amore: adorare i propri figli  (3) (fig.) avere passione o entusiasmo per qualcuno o per qualcosa: adorare un pittore , una musica | (iperb.) apprezzare, desiderare moltissimo: adoro i gelati | v. intr. [aus. avere] (ant.) pregare: adora per color che sono in terra (dante par. xviii, 125). 

leggi

adoratore

s.m. [f. -trice] (1) chi adora (2) (scherz.) ammiratore, corteggiatore. 

leggi

adoreo

agg. (lett.) di farro, di frumento. 

leggi

adornamento

s.m. (lett.) l'adornare, l'adornarsi, l'essere adornato | (spec. pl.) ciò che serve per adornare; ornamento. 

leggi

adornare

v. tr. [io adórno ecc.] rendere più bello con ornamenti; ornare (anche fig.): adornare di rose l'altare ; adorna la canizie / di liete voglie sante (manzoni la pentecoste) | adornarsi v. rifl. abbellirsi: adornarsi per la festa.  

leggi

adornatore

s.m. [f. -trice] (lett.) chi adorna. 

leggi

adornezza

s.f. (ant.) l'essere adorno; ornamento | bellezza. 

leggi

adorno

agg.  (1) abbellito con ornamenti (anche fig.): una tavola adorna di fiori ; animo adorno di virtù  (2) (lett.) bello, leggiadro: e andarò cercando il viso adorno (boiardo). 

leggi

Sitemap