ammorbare

v. tr. [io ammòrbo ecc.]

1.  rendere infetto, contaminare | appestare, inquinare: un tanfo che ammorba ; aria ammorbata , irrespirabile | (fig.) corrompere

2.  (fig. fam.) annoiare, infastidire: ci ha ammorbato due ore con il racconto delle sue vacanze | v. intr. [aus. essere] (ant.) ammalarsi | ammorbarsi v. rifl.

3.  (ant.) ammalarsi

4.  (fig. fam.) annoiarsi, infastidirsi.

ammorbamento

s.m. l'ammorbare, l'ammorbarsi. 

leggi

ammorbidare

v. tr. [io ammòrbido ecc.] ammorbidire | v. intr. [aus. essere], ammorbidarsi v. rifl. ammorbidirsi. 

leggi

ammorbidente

part. pres. di ammorbidire e agg. nei sign. del verbo s.m.  (1) nell'ind. tessile, additivo dell'appretto che ammorbidisce il tessuto (2) additivo per il bucato a macchina che evita l'indurirsi dei capi lavati. 

leggi

ammorbidimento

s.m. l'ammorbidire, l'ammorbidirsi. 

leggi

ammorbidire

v. tr. [io ammorbidisco , tu ammorbidisci ecc.] (1) rendere morbido: ammorbidire una stoffa  (2) (fig.) mitigare, addolcire: ammorbidire un contrasto ; ammorbidire le asprezze del carattere | ammorbidire una persona , renderla comprensiva, indurla alla benevolenza, al favore (3) in pittura, sfumare: ammorbidire i contorni , i colori di un disegno | v. intr. [aus. essere], ammorbidirsi v. rifl.  (4) diventare morbido (5) (fig.) addolcirsi, attenuarsi, mitigarsi: un...

leggi

Sitemap