apoteosi

s.f.

1.  solenne cerimonia con cui gli antichi elevavano agli onori divini l'eroe morto, e talvolta anche l'imperatore vivente: l'apoteosi di augusto

2.  (fig.) esaltazione, glorificazione, celebrazione: fare l'apoteosi di una persona , di un avvenimento | spettacolo grandioso: o mura cittadine, / sepolcri maestosi / fin le vostre rovine / sono un'apoteosi (giusti)

3.  nel teatro greco, la trasformazione finale dell'eroe in divinità | nel teatro rinascimentale e in quello moderno, specie nel balletto, fastosa scena finale.

apoteca

s.f. locale dell'antica casa romana adibito a deposito di viveri, spec. di vino. 

leggi

apotecio

s.m. (bot.) organo riproduttore a forma di coppa proprio dei funghi ascomiceti; vi si originano le spore. 

leggi

apotema

s.m. [pl. -mi] (geom.) nei poligoni circoscrivibili a un cerchio è il raggio del cerchio stesso; nella piramide retta è l'altezza delle facce laterali; nel cono circolare retto è la parte di generatrice compresa tra il vertice del cono e la circonferenza di base. 

leggi

apotropaico

agg. [pl. m. -ci] che allontana gli influssi malefici: oggetto , rito apotropaico ; formula apotropaica.  

leggi

Sitemap