bacamento

s.m. (non com.) il bacare, il bacarsi, l'essere bacato.

bacare

v. tr. [io baco , tu bachi ecc.] (non com.) guastare, rovinare fisicamente o moralmente: bacare la mente , l'anima | v. intr. [aus. essere], bacarsi v. rifl. guastarsi per opera di bachi. 

leggi

bacato

part. pass. di bacare agg.  (1) che ha il baco, guastato dai bachi: frutto bacato  (2) (fig.) guasto, corrotto: una persona bacata.  

leggi

bacato

s.m. (tosc.) (1) il prodotto dei bachi da seta (2) l'allevamento dei bachi da seta. 

leggi

bacatura

s.f. il bacare, il bacarsi o l'essere bacato. 

leggi

bacca

s.f.  (1) (bot.) frutto tondeggiante e polposo, con endocarpo non legnoso contenente numerosi semi (p. e. pomodoro, peperone, uva, mirtillo) | nell'uso com., nome di piccoli frutti tondeggianti di vari alberi e arbusti, quali il ginepro e l'alloro (2) (ant.) gemma, perla; per estens., ciascuno dei grani di una collana. 

leggi

baccagliare

v. intr. [io baccàglio ecc. ; aus. avere] (region.) parlare, litigare ad alta voce; gridare. 

leggi

baccalare

o baccalaro o bacalare, s.m. (ant.) (1) baccelliere (2) (iron.) persona d'aspetto autorevole; sapientone: andreuccio... vide uno il quale... mostrava di dover essere un gran bacalare, con una barba nera e folta al volto (boccaccio. dec. ii, 5). 

leggi

baccalaureato

s.m.  (1) in gran bretagna, negli stati uniti e, per alcune facoltà, in germania, titolo accademico inferiore a quello di dottore; in francia, titolo di licenza media superiore (2) [f. -a] chi ha conseguito tale titolo (3) (ant.) baccellierato. 

leggi

Sitemap