balestra

s.f. , ant. balestro s.m. ,

1.  antica arma per scagliare dardi, costituita da un arco di legno o d'acciaio montato su un fusto di legno e da un dispositivo in grado di tendere, bloccare e far scattare la corda dell'arco; oggi usata in gare sportive

2.  spec. pl. sospensione elastica a molle di veicoli stradali e ferroviari.

balestrare

v. tr. e intr. [io balèstro ecc. ; aus. dell'intr. avere] (1) (ant.) scagliare con la balestra; colpire con un tiro di balestra (2) (fig. non com.) sbalestrare, scaraventare lontano. 

leggi

balestrata

s.f. (ant.) colpo, tiro di balestra | distanza corrispondente a un tiro di balestra. 

leggi

balestriere

s.m. (ant.) soldato o cacciatore armato di balestra | tiratore di balestra. 

leggi

teniere

s.m. l'impugnatura o anche il fusto della balestra | cassa degli antichi schioppi. 

leggi

pallottoliera

s.f. sorta di fermo posto nel mezzo della corda della balestra o dell'arco, in cui si accomoda la cocca della freccia. 

leggi

saettiera

s.f. nelle antiche mura, lo spazio tra i merli da cui i difensori potevano tirare con l'arco, la balestra e sim., rimanendo al coperto. 

leggi

biscottino

s.m.  (1) dim. di biscotto  (2) (tosc.) leggero colpo scherzoso, buffetto che si dà con le dita (3) (mecc.) piccola biella che collega l'estremità della balestra col telaio. 

leggi

balista

ant. ballista, s.f. nell'antichità greco-romana, macchina da guerra consistente in una grossa balestra montata su trespolo o su una base con ruote, usata per scagliare pietre negli assedi. 

leggi

balestreria

s.f.  (1) l'arte di costruire balestre (2) nei castelli o nelle fortezze, luogo dove si tenevano le balestre (3) (ant.) reparto di balestrieri. 

leggi

balestriera

s.f. feritoia nelle mura di un castello, da cui si tirava con la balestra. 

leggi

balestrone

s.m. (mar.) pertica di sostegno per alcuni tipi di vele. 

leggi

balestruccio

s.m. uccello simile alla rondine ma più piccolo (ord. passeriformi). 

leggi

Sitemap