ballata

s.f.

1.  nell'antica poesia italiana, componimento di carattere popolareggiante destinato in orig. al canto e alla danza, costituito da una o più strofe intervallate da un ritornello: le ballate del petrarca , del poliziano. dim. ballatella , ballatetta , ballatina

2.  nella poesia romantica, componimento poetico di contenuto epico-leggendario; diffuso dai poeti tedeschi del primo ottocento, in italia fu praticato tra gli altri da g. berchet (1783-1851), g. prati (1814-1884) e anche dal carducci (1835-1907)

3.  (mus.) composizione da camera per pianoforte o per voce e pianoforte, di forma libera, che fiorì in epoca romantica: le ballate di chopin | canzone di ritmo generalmente lento o moderato, su un testo di carattere narrativo: le ballate del folclore irlandese

4.  (region.) giro di ballo.

dance music

loc. sost. f. invar. musica di ritmo vivace, adatta a essere ballata nelle discoteche. 

leggi

bassadanza

s.f. danza ballata a coppie con passi lenti e strisciati, in voga nei secc. xiv e xv. 

leggi

rigoletto

s.m.  (1) antica danza, ballata da un gruppo di persone che si tenevano per mano girando in tondo (2) (estens. ant.) cerchio di persone. 

leggi

ballare

v. intr. [aus. avere] (1) muoversi a ritmo di musica; danzare | far ballare qualcuno , (fig.) fargli sentire la propria autorità | ora si balla , (fig.) a questo punto viene il difficile | prov. : quando manca il gatto i topi ballano , se non c'è un superiore i dipendenti fanno i loro comodi (2) (estens.) agitarsi, saltellare: ballare per la contentezza , dal nervosismo  (3) detto di cose, sobbalzare, oscillare: la barca ballava sulle onde  (4) (fig.) essere largo di misure:...

leggi

balla

s.f.  (1) involto di merci apprestato per il trasporto: balla di stracci ; balla di cotone , pacco di fibre grezze di cotone fortemente pressato, di dimensioni e peso standard (2) (tosc.) sacco di tela di canapa o di iuta. 

leggi

balla

s.f. (fam.) grossa bugia, fandonia: raccontar balle.  

leggi

balla

s.f. (dial.) sbornia: avere la balla , essere ubriaco; prendere , pigliare la balla , ubriacarsi. 

leggi

ballabile

agg. adatto alla danza, che si può ballare: canzone ballabile s.m. canzone o motivo da ballo. 

leggi

ballast

s.m. invar. (tecn.) (1) la massicciata di pietrisco su cui poggiano le traversine dei binari ferroviari (2) zavorra. 

leggi

ballatoio

s.m.  (1) terrazzino con ringhiera che si sviluppa lungo il perimetro interno o esterno di un edificio | pianerottolo, per lo più con funzioni di disimpegno (2) nell'alpinismo, piccolo ripiano aggettante su una parete di roccia (3) (ant.) corridoio dentro le mura fortificate (4) (mar.) passaggio esterno intorno al cassero o ai castelli delle antiche navi. 

leggi

ballatoio

s.m. bacchetta posta di traverso all'interno delle gabbie degli uccelli. 

leggi

ballerina

s.f.  (1) donna che esercita la professione della danza o che balla frequentemente e con maestria; danzatrice: ballerina classica. dim. ballerinetta  (2) scarpetta dalla suola flessibile e dalla punta imbottita usata dalle ballerine | (estens.) scarpa bassa da donna simile per forma e leggerezza alla precedente (3) (zool.) nome comune di varie specie di uccelli passeriformi, che procedono sul terreno con un caratteristico alzare e abbassare della coda. 

leggi

ballerino

s.m.  (1) uomo che esercita la professione della danza o che balla frequentemente e con maestria; danzatore (2) nome di un tipo di orchidea il cui labello richiama una sagoma umana agg. che balla: cavalli ballerini , quelli dei circhi equestri | terra ballerina , quella di zone soggette a frequenti terremoti | bomba ballerina , tipo di bomba a mano che ha un impennaggio di tela. 

leggi

Sitemap