balsamo

s.m.

1.  sostanza oleo-resinosa profumata che si ricava da alcune piante, con proprietà medicinali

2.  (estens.) rimedio che lenisce un dolore | (fig.) conforto, sollievo: quelle parole furono un balsamo al mio dolore.

storace

s.m. balsamo ricavato dalla corteccia di una pianta orientale; è usato in profumeria e in medicina. 

leggi

vulnerario

agg. (non com.) che serve a curare piaghe e ferite: la salvia è una pianta vulneraria ; balsamo vulnerario.  

leggi

eleomele

s.m. balsamo oleoso, dolciastro, che gemma dal tronco di un albero della siria: udìa... stillare i lenti eleomèli (d'annunzio). 

leggi

tolù

s.m. solo nella loc. balsamo di tolù , resina naturale prodotta da una pianta tropicale delle papilionacee e usata come medicinale (p. e. nelle affezioni delle vie respiratorie). 

leggi

balsamico

agg. [pl. m. -ci] (1) di balsamo, che ha le proprietà di un balsamo: pomata balsamica  (2) (fig.) profumato; salubre: l'aria balsamica della montagna s.m. (med.) medicamento dotato di attività antisettica, per curare le infiammazioni delle vie respiratorie e le affezioni cutanee. 

leggi

balsamina

s.f. pianta erbacea ornamentale con fiori variamente colorati e foglie lanceolate (fam. balsaminacee). 

leggi

balsaminacee

s.f. pl. (bot.) famiglia di piante dicotiledoni a cui appartiene la balsamina | sing. [-a] ogni pianta di tale famiglia. 

leggi

balsamino

s.m. vitigno, coltivato spec. in romagna e nelle marche, che dà un'uva nera e dolce | usato anche come agg. : uva balsamina.  

leggi

balsamite

s.f. (bot.) pianta sempreverde con foglie odorose e fiori gialli (fam. composite). 

leggi

Sitemap