cacata

region. cagata, s.f. (volg.)

1.  il cacare

2.  sterco, feci

3.  (fig.) cosa di nessun valore; cosa brutta, fatta male. dim. cacatina.

cacare

region. cagare, v. tr. e intr. [io caco , tu cachi ecc. ; aus. dell'intr. avere] (volg.) defecare, andare di corpo | cacarsi addosso , sotto , (fig.) avere molta paura. 

leggi

cacadubbi

s.m. e f. invar. (pop.) persona sempre titubante e piena di dubbi. 

leggi

cacaiola

s.f. (rar. volg.) diarrea. 

leggi

cacamiracoli

s.m. e f. (pop.) persona che prima di concedere qualcosa fa molte difficoltà. 

leggi

cacao

antiq. o pop. caccao, s.m.  (1) albero tropicale con foglie ovali persistenti e frutto di forma allungata che racchiude semi simili a mandorle (fam. sterculiacee) (2) polvere di colore bruno-rossiccio, aromatica, amara, che si ottiene dai semi abbrustoliti del cacao e costituisce l'ingrediente essenziale della cioccolata | burro di cacao , sostanza grassa estratta dai semi del cacao. 

leggi

cacarella

o cacherella, s.f. (pop.) (1) diarrea (2) (fig.) paura. 

leggi

cacasangue

s.m. invar. (pop.) diarrea, dissenteria | ti venga il cacasangue! , (ant. , region.) ti colga un accidente!. 

leggi

cacasenno

s.m. invar. (fam.) ragazzo saputello; persona che ama sentenziare e atteggiarsi a saggio. 

leggi

cacasentenze

s.m. e f. (pop.) sputasentenze. 

leggi

cacasodo

s.m. e f. invar. (pop.) persona che si dà grande importanza. 

leggi

Sitemap