cachi

(1)

non com. kaki, pop. caco [pl. -chi], s.m.

1.  albero originario del giappone e della cina sett., con foglie lanceolate, frutto commestibile color giallo arancio dalla buccia sottile e dalla polpa sugosa e dolce (fam. ebenacee)

2.  il frutto di tale albero.

cachi (2)

non com. kaki, agg. e s.m. si dice di un colore giallo sabbia tipico delle divise coloniali: giacca , pantaloni cachi.

cacare

region. cagare, v. tr. e intr. [io caco , tu cachi ecc. ; aus. dell'intr. avere] (volg.) defecare, andare di corpo | cacarsi addosso , sotto , (fig.) avere molta paura. 

leggi

caco

vedi cachi 1. 

leggi

cache

agg. invar. (inform.) area di memoria ad accesso rapidissimo, utilizzata per conservare i dati più frequentemente usati da un programma o le elaborazioni intermedie, così da rendere più veloci i tempi operativi del sistema: memoria cache.  

leggi

cache-col

s.m. invar. fazzoletto da collo che si indossa sotto il colletto aperto della camicia. 

leggi

cache-nez

s.m. invar. sciarpa di seta o di lana che ripara dal freddo il naso e la bocca. 

leggi

cache-pot

s.m. invar. portavasi. 

leggi

cache-sexe

s.m. invar. slip ridottissimo che copre solo i genitali. 

leggi

cachemire

s.m. invar. lana a pelo molto lungo ricavata da una razza di capre del kashmir, regione a nord-ovest dell'india; il tessuto, molto pregiato, che si ricava da questa lana. 

leggi

cacherello

s.m. sterco di animali in forma di pallottoline (p. e. di pecore e capre, o di conigli). 

leggi

cachessia

s.f. (med.) grave deperimento organico. 

leggi

cachet

s.m. invar.  (1) involucro di sostanza amidacea contenente polvere medicinale, da prendere per bocca; cialdino | (pop.) compressa analgesica (2) involucro contenente una dose di colorante per capelli; il colorante stesso: farsi fare un cachet dal parrucchiere , farsi tingere i capelli (3) impronta o tono di eleganza, di distinzione (4) compenso per una singola prestazione professionale; gettone di presenza: lavorare a cachet.  

leggi

Sitemap