calcio

(1)

s.m.

1.  colpo dato con il piede o con la zampa: dare , assestare , ricevere un calcio ; prendere a calci ; tirare calci | cacciar via a calci qualcuno , (fig.) in malo modo | dare un calcio a qualcuno , (fig.) fargli una villania | dare un calcio a qualcosa , (fig.) disprezzarla, non curarla: dare un calcio alla fortuna , non cogliere un'occasione favorevole | dare , tirar calci all'aria , (gerg.) essere impiccato | dare un calcio al passato , (fig.) dimenticarlo | il calcio dell'asino , (non com.) offesa verso chi non è più in grado di offendere o di farsi temere (con riferimento alla favola dell'asino e del leone, di fedro)

2.  (sport) gioco che si svolge tra due squadre di undici giocatori ciascuna, che si contendono un pallone cercando di farlo entrare nella porta avversaria senza mai toccarlo con le mani; football : squadra , partita , campionato di calcio ' calcio fiorentino , antico gioco, simile al football, che si pratica ancora oggi a firenze in particolari ricorrenze e nei costumi tradizionali | calcio americano , football americano

3.  nel football, colpo dato con il piede al pallone: calcio di punizione , quello battuto da fermo in seguito a un fallo; calcio di rigore , quello che si batte da 11 m contro la porta difesa dal solo portiere; calcio d'angolo , quello che si tira dall'angolo del campo più vicino al punto in cui è stato commesso un fallo di fondo; calcio di rinvio , quello che rimette in gioco il pallone uscito dal campo | nel rugby: calcio franco , punizione che si batte potendo calciare il pallone in qualsiasi modo; calcio piazzato , punizione che si batte dopo aver piazzato il pallone a terra.

calcio (2)

s.m. parte inferiore della cassa del fucile | impugnatura della pistola o della lancia.

calcio (3)

s.m. elemento chimico il cui simbolo è ca; metallo alcalino-terroso, tenero, bianco-argenteo, diffusissimo in natura come sale, è costituente di moltissime rocce e dello scheletro degli animali.

calcio-balilla

loc. sost. m. invar. gioco che simula una partita di calcio; si svolge tra due singoli avversari o tra due coppie su un tavolo rettangolare provvisto di piccole sagome manovrabili che riproducono i calciatori. 

leggi

calcio-mercato

loc. sost. m. invar. nel linguaggio del giornalismo sportivo, l'insieme delle operazioni di compravendita dei calciatori. 

leggi

calcio-scommesse

loc. sost. m. invar. l'attività illegale delle scommesse sui risultati delle partite di calcio. 

leggi

calciocianamide

o calciocianammide , s.f. fertilizzante chimico ad azione prolungata, ottenuto industrialmente facendo reagire azoto con carburo di calcio a elevata temperatura. 

leggi

calciolo

lett. calciuolo, s.m. piastra, gener. metallica ma anche di gomma, che si applica alla base del calcio di alcune armi portatili, per protezione o per attutire l'effetto del rinculo. 

leggi

calcioterapia

s.f. terapia a base di sali di calcio. 

leggi

atalantino

agg. della squadra di calcio bergamasca dell'atalanta; orobico. 

leggi

assist

s.m. invar. (sport) nella pallacanestro, nel calcio e in altri sport con la palla, passaggio a un giocatore che è in posizione di segnare una rete o far punto. 

leggi

apatite

s.f. nome comune a un gruppo di minerali costituiti da fosfati di calcio o di piombo; possono essere opachi o trasparenti e di colori diversi. 

leggi

anidrite

s.f. (chim.) solfato anidro di calcio che si presenta come un minerale bianco o grigio con lucentezza vitrea; si idrata facilmente, trasformandosi in gesso. 

leggi

angolato

part. pass. di angolare agg.  (1) (non com.) fatto ad angoli (2) nel calcio e in altri sport con la palla, si dice di tiro indirizzato verso l'angolo della porta. 

leggi

calciare

v. intr. [io càlcio ecc. ; aus. avere] tirar calci; scalciare | v. tr.  (1) colpire, spingere qualcosa col piede: calciare un sasso  (2) nel calcio e nel rugby, colpire il pallone col piede per eseguire un tiro (anche assol.): calciare la palla ; calciare in porta , a rete.  

leggi

calca

s.f. folla, ressa: fare calca , affollarsi; fendere la calca , farsi largo. 

leggi

calcafogli

s.m. invar. (antiq.) fermacarte. 

leggi

calcagnare

v. intr. (ant.) spronare il cavallo (per fuggire) | (scherz.) scappare. 

leggi

calcagnata

s.f. colpo dato col calcagno. 

leggi

calcagno

s.m. [pl. i calcagni , nel sign. proprio, le calcagna , in talune loc. fig.; ant. le calcagne] (1) (anat.) l'osso più voluminoso del tarso, di cui rappresenta la parte posteriore, che poggia direttamente sul suolo | (estens.) parte posteriore del piede; tallone: sedersi sui calcagni , accoccolarsi | stare alle calcagna di qualcuno , (fig.) seguirlo da vicino, controllarlo | avere qualcuno alle calcagna , (fig.) essere inseguito da presso | mostrare , voltar le calcagna , (scherz.) fuggire...

leggi

calcagnolo

s.m.  (1) (mar.) nelle navi di legno, l'estremità poppiera della chiglia; negli scafi metallici, la femminella portata dall'estremità inferiore del dritto del timone (2) scalpello corto, con una tacca al centro, usato per lavorare il marmo. 

leggi

calcalettere

s.m. invar. (antiq.) fermacarte. 

leggi

calcamento

s.m. (non com.) il calcare; pigiamento. 

leggi

calcaneare

agg. (anat.) di, relativo al calcagno. 

leggi

calcara

s.f. fornace in cui si fanno cuocere i calcari per produrre la calce | forno in cui si fonde la miscela di sabbia e soda usata per fabbricare il vetro. 

leggi

Sitemap