cantiere

s.m. area attrezzata per l'esecuzione di lavori diversi: cantiere navale , quello dove si costruiscono, si attrezzano e si riparano le navi o imbarcazioni in genere; cantiere edile , impianto per la realizzazione di opere edilizie, idrauliche, stradali ecc. allestito nel luogo stesso in cui l'opera dovrà realizzarsi; cantiere di coltivazione , parte di una miniera in cui si effettua il prelevamento del minerale | avere in cantiere qualcosa , (fig.) si dice di chi attende alla preparazione e alla realizzazione di un'opera.

varatoio

s.m. in un cantiere navale, l'attrezzatura che serve a dare la prima spinta alla nave per il varo. 

leggi

squero

s.m. (ven.) sorta di piccolo cantiere per la costruzione, la riparazione o la protezione di imbarcazioni, spec. gondole. 

leggi

cantabile

agg.  (1) che si può cantare: un motivo cantabile  (2) (mus.) si dice di composizione vocale o strumentale in cui la melodia assume valore espressivo preponderante rispetto all'armonia | anche come s.m. : un cantabile.  

leggi

cantafavola

s.f. [pl. -le] (1) racconto lungo, noioso e inverosimile (2) nella letteratura popolare, racconto poetico di contenuto faceto. 

leggi

cantafera

s.f. (non com.) cantilena, tiritera. 

leggi

cantambanco

o cantimbanco, s.m. [pl. -chi] chi cantava storie sui banchi delle piazze; per estens., artista girovago, ciarlatano. 

leggi

cantante

part. pres. di cantare s.m. e f. chi esercita l'arte del canto: cantante lirico , di musica leggera.  

leggi

cantare

v. intr. [aus. avere] (1) modulare con la voce una sequenza di suoni musicali: cantare dolcemente , appassionatamente ; cantare a mezza voce , a squarciagola ; cantare a orecchio | lasciar cantare qualcuno , (fig.) non dare importanza a ciò che dice | canta che ti passa , (scherz.) si dice per invitare qualcuno a sfogare un risentimento, un malumore (2) esercitare la professione di cantante: beniamino gigli cantava da tenore ; cantare in televisione , a teatro  (3) (estens.)...

leggi

cantare

s.m. componimento narrativo in versi di origine popolare, per lo più in ottava rima, recitato o cantato da cantastorie girovaghi; fu in voga soprattutto nei secc. xiv-xv. 

leggi

cantarella

s.f. (zool.) cantaro. 

leggi

cantarello

s.m. (bot.) gallinaccio. 

leggi

Sitemap