catena

s.f.

1.  serie di anelli, gener. metallici, infilati l'uno nell'altro; costituisce un organo flessibile di dimensioni tra le più varie, usato per legare animali, cose o persone, come strumento di trazione o trasmissione o, in metallo prezioso e di piccole dimensioni, come oggetto ornamentale a cui si appendono ciondoli, medaglie, gioielli: un prigioniero in catene ; tenere il cane alla catena ; una catena d'oro ; la catena dell'orologio , dell'ancora ; la catena del camino , a cui si appende il paiolo; la catena della bicicletta , quella, chiusa ad anello, che trasmette il movimento dei pedali alla ruota posteriore; catene da neve , che si montano sulle ruote di un autoveicolo per far presa su una superficie stradale coperta di neve o di ghiaccio. dim. catenella , catenina accr. catenona , catenone (m.)

2.  (fig.) vincolo, legame: le catene dell'amore | oppressione, schiavitù: spezzare le catene , riacquistare la libertà un popolo in catene , oppresso, privo di libertà

3.  serie di cose che si succedono senza soluzione di continuità: una catena di disgrazie ' reazione a catena , processo, chimico o nucleare, che una volta innescato si sviluppa automaticamente; (fig.) serie di reazioni originate ciascuna dalla precedente | catena di montaggio , (tecn.) insieme di fasi successive del montaggio di parti diverse nelle produzioni di serie | catena del freddo , quella che, attraverso una serie di impianti frigoriferi fissi e mobili, garantisce ai prodotti congelati o surgelati una temperatura costante dal momento della confezione a quello del consumo | catena alimentare , (biol.) in una comunità naturale, successione di organismi in cui ciascuno si nutre del precedente e serve da cibo al successivo (p. e. vegetali, erbivori, carnivori) | catena montuosa , successione continua di montagne | fare la catena , con riferimento a persone che si tengono allacciate per la vita o per le mani, o che, disponendosi in fila, si passano un oggetto di mano in mano | catena di sant'antonio , pratica superstiziosa costituita da una serie di lettere identiche e anonime, contenenti un invito a compiere degli atti di devozione, che ciascun ricevente è tenuto a osservare, rivolgendo poi lo stesso invito a qualcun altro, sotto pena di incorrere in una disgrazia; per estens., serie di lettere dello stesso tipo con l'invito a versare una somma di denaro che si recupererà moltiplicata spedendo ad altre persone la stessa lettera

4.  gruppo di imprese o aziende appartenenti allo stesso proprietario: una catena di ristoranti , di cinema

5.  (edil.) elemento orizzontale, gener. costituito da un tirante in ferro, che assorbe la spinta laterale esercitata da sistemi costruttivi come archi, volte o capriate

6.  (mus.) sottile striscia di abete incollata come rinforzo sotto la tavola armonica degli strumenti ad arco

7.  antica unità di misura di lunghezza, equivalente a 12 m circa, usata in alcune località italiane | catena quadra , unità di misura di superficie equivalente a 165 m2

8.  (chim.) la successione degli atomi di una molecola legati fra loro da valenze principali; in partic. la successione, lineare o ramificata degli atomi di carbonio nei composti organici

9.  nell'elaborazione elettronica dei dati, serie continua di dati legati tra loro e pertanto trattabili complessivamente da un qualsiasi punto della serie.

catenacciaro

agg. nel gergo del calcio, si dice di chi pratica un gioco difensivo esasperato: squadra catenacciara.  

leggi

catenaccio

s.m.  (1) chiavistello: mettere il catenaccio ; chiudere con il catenaccio | (estens.) la parte scorrevole della serratura (2) (sport) nel calcio, tattica di gioco esasperatamente difensiva: fare , applicare il catenaccio  (3) (fig.) automobile vecchia e malridotta; macchina o arnese in cattivo stato (4) nel gergo giornalistico, scritta che si dispone sotto i titoli di un articolo per illustrarne qualche particolare (5) (ant.) cicatrice | usato anche come agg. invar. che...

leggi

catenare

v. tr. [io caténo ecc.] (ant.) incatenare. 

leggi

catenaria

s.f. (mat.) curva disegnata per effetto della gravità da un filo omogeneo flessibile e inestensibile sospeso ai due capi. 

leggi

calumo

s.m. (mar.) lunghezza di un cavo o di una catena calumata; in partic., lunghezza della catena tra l'ancora affondata e la prora della nave. 

leggi

alchene

s.m. (chim.) ogni idrocarburo alifatico della serie etilenica, a catena aperta (p. e. etilene, propilene). 

leggi

bozza

s.f. (mar.) dispositivo che serve a tenere tesato un cavo o una catena o a trattenere un peso; è costituito da uno spezzone di cavo o di catena munito alle estremità di ganci o sim. 

leggi

barbotin

s.m. invar. (mar.) congegno dell'argano per salpare, utilizzato per far ingranare la catena dell'ancora al tamburo del verricello. 

leggi

alcano

s.m. (chim.) ogni idrocarburo alifatico della serie paraffinica, a catena lineare (p. e. la paraffina, il metano). 

leggi

capotesta

s.m. [pl. capitesta] (mar.) ciascuna maglia estrema di un segmento di catena d'ancora, foggiata in modo da poter essere agganciata ad altra maglia simile. 

leggi

alifatico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di idrocarburo saturo i cui atomi di carbonio sono legati fra loro in catena aperta lineare o ramificata. 

leggi

catenella

s.f.  (1) dim. di catena  (2) (ant.) monile, collana (3) la serie di maglie con cui si avvia un lavoro all'uncinetto | punto a catenella , ricamo eseguito con l'ago in modo da formare un intreccio a catena. 

leggi

catenello

s.m. ciascuna delle traversine che tengono uniti i pali di una palizzata. 

leggi

catenina

s.f.  (1) dim. di catena  (2) sottile catena di metallo prezioso da portarsi al collo. 

leggi

catenoide

s.f. (mat.) superficie generata da una catenaria che ruoti intorno al proprio asse. 

leggi

Sitemap