confutare

v. tr. [io cònfuto (alla latina confùto) ecc.] dimostrare la falsità di qualcosa: confutare un'accusa , una teoria ; confutare una persona , smentirla, contraddirla | (dir.) controbattere in giudizio gli argomenti della controparte.

detrattore

s.m. [f. -trice] (1) chi calunnia, diffama, denigra: confutare i propri detrattori  (2) (ant.) chi sottrae, porta via. 

leggi

confutabile

agg. che può essere confutato; discutibile: un argomento confutabile.  

leggi

confutativo

agg. (non com.) atto a confutare: argomento confutativo § confutativamente avv.  

leggi

confutatore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi confuta. 

leggi

confutatorio

agg. (non com.) che tende a confutare: testimonianza confutatoria.  

leggi

confutazione

s.f. il confutare, l'essere confutato; discorso, scritto con cui si confuta qualcosa: la confutazione di una tesi.  

leggi

Sitemap