dante

s.m. (non com.) daino.

dare

v. tr. [io do (dò), tu dai , egli dà (scritto accentato), noi diamo , voi date , essi danno (anche dànno); imperf. io davo , tu davi ecc. ; pass. rem. io dièdi o dètti , tu désti , egli diède o dètte (antiq. diè), noi démmo , voi déste , essi dièdero o dèttero ; fut. io darò , tu darai ecc. ; cong. pres. io dia ,... noi diamo , voi diate , essi dìano ; cong. imperf. io déssi , tu déssi , egli désse , noi déssimo , voi déste , essi déssero ; imp. dai o dà o da' ;...

leggi

dante causa

loc. sost. m. [pl. danti causa] soggetto di cui viene trasmesso ad altri un diritto, sia per contratto sia per causa di morte. 

leggi

dantesca

s.f. (non com.) seggiola in stile, detta anche savonarola.  

leggi

dantesco

agg. [pl. m. -schi] (1) di dante alighieri (1265-1321): il poema dantesco , la «divina commedia» | che imita lo stile di dante: gli epigoni danteschi  (2) relativo all'opera di dante: studi danteschi | lettura dantesca , lettura pubblica commentata di un canto della «divina commedia» (3) (fig. lett.) di forte e robusta ispirazione; energico, sublime: uno stile dantesco ; immagini dantesche § dantescamente avv. alla maniera di dante, secondo il suo...

leggi

dantismo

s.m.  (1) studio, culto, imitazione di dante (2) parola coniata da dante o da lui usata in un'accezione nuova: «immiarsi, intuarsi, tetragono» sono dantismi.  

leggi

dantista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi studia la vita e le opere di dante. 

leggi

dantistica

s.f. lo studio dell'opera di dante. 

leggi

Sitemap