daziare

v. tr. [io dàzio ecc.] (non com.) imporre un dazio su una merce.

dazebao

o datzebao, dazibao, tazebao, s.m. invar. grande giornale murale manoscritto il cui uso, nato nella cina comunista ai tempi della rivoluzione culturale (1966-1969), si è poi diffuso anche in occidente. 

leggi

daziario

agg. del dazio: agente daziario ; tariffa daziaria s.m. (ant.) daziere. 

leggi

daziere

s.m.  (1) addetto alla riscossione del dazio; guardia daziaria (2) (ant.) appaltatore del dazio. 

leggi

dazio

s.m.  (1) dazio (doganale) , imposta che si applica a determinate merci in importazione o in esportazione (2) (ant.) qualsiasi tributo | in tempi recenti, imposta comunale di consumo che colpiva le merci al loro ingresso alla barriera daziaria | fare il tonto per non pagare il dazio , (fig. fam.) fingere di non capire per evitare un incomodo (3) ufficio per la riscossione del dazio; casello daziario. 

leggi

dazione

s.f. (non com.) azione del dare; consegna | dazione in pagamento , (dir.) soddisfacimento di un debito mediante una prestazione diversa da quella dovuta, con il consenso del creditore. 

leggi

Sitemap