debito

(1)

agg.

1.  che è richiesto da obblighi, circostanze, convenienze: trattare col debito riguardo ; lo accolsero con i debiti onori | giusto, opportuno: a tempo debito

2.  (ant.) obbligato, tenuto: mi cognosco debito alla penitenzia del mio errore (boccaccio dec. x, 4) § debitamente avv. nel modo dovuto: un modulo debitamente compilato.

debito (2)

s.m.

1.  ciò che si deve restituire ad altri; in partic., obbligo di eseguire una prestazione o di pagare una somma di denaro; la prestazione o la somma stessa dovuta: essere in debito di qualcosa con , verso qualcuno ; contrarre , accollarsi , estinguere un debito ; debito di gioco | debito d'onore , quello garantito solo dalla parola o dal senso dell'onore di chi lo contrae | debito pubblico , (econ.) ammontare complessivo dei prestiti che lo stato e gli altri enti pubblici contraggono per far fronte ai deficit di bilancio. dim. debituccio

2.  (fig.) obbligo morale: un debito di coscienza ; sentirsi in debito | debito coniugale , obbligo reciproco dei coniugi al compimento dell'atto sessuale

3.  nel linguaggio evangelico, il peccato: rimetti a noi i nostri debiti , frase del «padre nostro» per estens., la pena meritata con il peccato: dio vuol che 'l debito si paghi (dante purg. x, 108)

4.  debito d'ossigeno , nella medicina sportiva, quantità di ossigeno necessaria a un atleta per riportare alla normalità i processi chimici dell'organismo dopo uno sforzo violento.

debitore

agg. e s.m. [f. -trice] (1) che, chi ha contratto un debito (2) (fig.) che, chi ha un obbligo morale, è tenuto a fare o dare qualcosa (3) nel linguaggio evangelico, peccatore (4) (tecn.) si dice di rocchetto, bobina o altro oggetto simile che girando cede quanto è avvolto su di esso a un organo analogo che gira nello stesso senso. 

leggi

debitorio

agg. (dir.) del debito; di debitore. 

leggi

ammortizzare

v. tr.  (1) ammortare: ammortizzare un debito  (2) attutire urti o vibrazioni mediante ammortizzatore. 

leggi

accollato

part. pass. di accollare agg. si dice di abito chiuso fino al collo o di scarpa che copre il collo del piede s.m. [f. -a] (dir.) debitore il cui debito viene assunto da un terzo. 

leggi

accollante

part. pres. di accollare e agg. nei sign. del verbo s.m. e f. (dir.) chi si assume il debito di un altro. 

leggi

debaccare

v. intr. [io debacco , tu debacchi ecc. ; aus. avere] (rar. lett.) (1) abbandonarsi alle danze orgiastiche caratteristiche del culto di bacco (2) (fig.) correre e danzare sfrenatamente. 

leggi

debbiare

v. tr. [io débbio ecc.] (agr.) migliorare un terreno agricolo bruciando le erbe, gli sterpi, le stoppie e interrando poi le ceneri. 

leggi

debbiatura

s.f. (agr.) debbio. 

leggi

debbio

s.m. (agr.) l'operazione del debbiare. 

leggi

debellamento

s.m. (lett.) il debellare, l'essere debellato. 

leggi

debellare

v. tr. [io debèllo ecc.] (lett.) vincere, sconfiggere definitivamente; annientare (anche fig.): debellare un esercito ; debellare una malattia.  

leggi

debellatore

s.m. [f. -trice] (lett.) chi debella: debellatore del vizio.  

leggi

debellazione

s.f. (lett.) debellamento. 

leggi

debile

vedi debole

leggi

debilitamento

s.m. (non com.) debilitazione. 

leggi

Sitemap