decere

v. intr. [usato soltanto nella terza pers. sing. del pres. e imperf. indic., dèce e deceva] essere conveniente, appropriato; confarsi.

decerebellazione

s.f. (med.) asportazione del cervelletto. 

leggi

decerebrare

v. tr. [io decèrebro ecc.] sottoporre a decerebrazione. 

leggi

decerebrato

part. pass. di decerebrare agg.  (1) nel sign. del verbo (2) si dice impropriamente di chi è in coma irreversibile e viene mantenuto in vita con apparecchiature. 

leggi

decerebrazione

s.f. in fisiologia sperimentale, separazione del cervello dal tronco encefalo-midollare. 

leggi

deca

s.f. (lett.) decade; in partic., ciascuna delle sezioni di dieci libri in cui sono suddivise le «storie» di tito livio | s.m. invar. (gerg.) banconota da diecimila lire. 

leggi

deca-

primo elemento di parole composte di origine greca o di formazione moderna, dal gr. déka 'dieci'; significa 'dieci, che ha dieci' (decagono , decalogo); anteposto a un'unità di misura ne moltiplica il valore per dieci (decagrammo). 

leggi

decabrista

s.m. [pl. -sti] (st.) chi prese parte alla fallita insurrezione del 18 dicembre 1825 contro lo zar nicola i di russia | usato anche come agg. : la rivoluzione decabrista.  

leggi

decacordo

s.m. (mus.) arpa con dieci corde. 

leggi

decade

s.f.  (1) (lett.) insieme di dieci cose (2) periodo di dieci giorni: la prima decade del mese | paga che si corrisponde ogni dieci giorni: riscuotere la decade.  

leggi

decadente

agg.  (1) che è in decadenza, in declino: istituzioni decadenti  (2) del decadentismo: gusto decadente ; d'annunzio fu uno scrittore decadente s.m. e f. esponente, seguace del decadentismo. 

leggi

decadentismo

s.m. corrente artistico-letteraria affermatasi in europa tra la fine del sec. xix e l'inizio del xx, caratterizzata dal rifiuto della cultura positivista e dalla predilezione per temi e forme raffinatamente sensuali o stravaganti, venati d'irrazionalismo. 

leggi

decadentista

s.m. e f. [pl. m. -sti] esponente, seguace del decadentismo | usato anche come agg. in luogo di decadentistico.  

leggi

decadentistico

agg. [pl. m. -ci] proprio del decadentismo, dei decadentisti. 

leggi

decadenza

s.f.  (1) il decadere; declino, scadimento: essere , andare in decadenza ; decadenza fisica , morale ; la decadenza dell'impero romano ; scrittori della decadenza , gli scrittori latini dell'età tardo-imperiale (2) (dir.) perdita di un diritto per non averlo esercitato. 

leggi

Sitemap