decidere

v. tr. [pass. rem. io deci si , tu decidésti ecc. ; part. pass. deci so]

1.  risolvere, concludere con un giudizio definitivo: decidere una lite , una vertenza

2.  stabilire, fissare: ho deciso di partire ; decidere la data dell'incontro | determinare: quell'incontro decise il suo destino

3.  (non com.) consigliare, indurre: decidere uno a confessare

4.  (ant.) tagliare; staccare, strappare | v. intr. [aus. avere]

5.  essere determinante ai fini di qualcosa: un evento che deciderà del nostro futuro

6.  scegliere, prendere una decisione: lasciate decidere a lui | decidersi v. rifl. venire nella determinazione di fare qualcosa; risolversi: si è deciso a lavorare ; deciditi una buona volta!.

discrezionalità

s.f. (dir.) facoltà di decidere e giudicare discrezionalmente. 

leggi

affermativa

s.f.  (1) (ant.) affermazione (2) (dir.) accoglimento (di una tesi, di un quesito) | decidere per l'affermativa , approvare, assentire. 

leggi

arbitrare

v. intr. [io àrbitro ecc. ; aus. avere] risolvere, decidere una vertenza essendone arbitro | v. tr.  (1) (sport) dirigere un incontro in qualità di arbitro (2) (ant.) reputare; ritenere opportuno | arbitrarsi v. rifl. (non com.) decidere qualcosa di proprio arbitrio; prendersi l'arbitrio di fare qualcosa. 

leggi

decidibile

agg. (mat.) si dice di ogni insieme di enti per cui esista un algoritmo tale che, comunque preso un elemento dell'universo del discorso in cui è definito l'insieme, determini se quell'elemento appartiene o no all'insieme dato. 

leggi

decidua

s.f. (anat.) mucosa uterina che viene eliminata con la mestruazione o che, in caso di fecondazione, concorre a formare la placenta. 

leggi

deciduale

agg. (anat.) relativo alla decidua. 

leggi

deciduo

agg. si dice di organo animale o vegetale che cade una volta compiuta la sua funzione: corolla decidua | denti decidui , in alcuni mammiferi, quelli della prima dentizione; denti di latte. 

leggi

Sitemap