dio

(1)

ant. deo, iddeo [id-dè-o], lett. iddio, s.m. [pl. dèi , ant. dìi ; al sing. l'art. è il , al pl. gli ; si scrive con l'iniziale maiuscola nei sign.

1.  e 2]

2.  nelle religioni monoteiste, l'essere supremo concepito come la causa creante di tutta la realtà o come il semplice ordinatore del caos primordiale, a cui si attribuisce il governo del mondo; in genere, costituisce anche il principio del bene e il fondamento della morale umana: il dio dei cristiani , degli ebrei ; allah è il dio dei musulmani ; uomo senza dio , ateo

3.  nella religione cristiana, l'essere supremo creatore dell'universo, concepito come uno e trino (padre, figlio, spirito santo), cui si riconoscono i caratteri di assolutezza, eternità, infinità, onniscienza e onnipotenza, e la cui rivelazione è contenuta nei libri dell'antico e del nuovo testamento (si scrive di norma con l'iniziale maiuscola, tranne in alcune loc. pop. nelle quali il valore religioso è assai attenuato): la provvidenza di dio ; pregare , bestemmiare dio | l'uomo dio , il figlio di dio, gesù cristo, in quanto dotato di natura umana e divina | la madre di dio , la madonna | la casa di dio , la chiesa | la sposa di dio , la chiesa cattolica | servo di dio , chi è vissuto ed è morto santamente, così che se ne propone il processo di beatificazione; anche, sacerdote appartenente a un ordine religioso | la parola di dio , gli insegnamenti cristiani contenuti nei testi sacri e diffusi attraverso la predicazione dei sacerdoti | essere in grazia di dio , non essere in peccato mortale | un castigo di dio , una grande calamità, anche in usi ironici e scherzosi | un'ira di dio , un finimondo, uno sconquasso; si dice anche di persona o cosa terribile | grazia di dio , ben di dio , abbondanza: quanta grazia di dio! , che abbondanza! | la mano di dio , ciò che apporta un soccorso insperato o un castigo meritato | essere ancora nella mente di dio , non essere ancora nato | cosa fatta come dio vuole , alla bell'e meglio, come viene viene | come dio volle , finalmente | piove , viene giù come dio la manda , si dice di pioggia violenta e abbondante | con valore esclamativo: dio, che stanchezza! | per esprimere stupore, impazienza, collera ecc.: dio buono! ; gran dio! ; dio santo, smettetela! | per dare più efficacia a una preghiera: in nome di dio , per amor di dio, ascoltateci! | in espressioni di augurio: che dio vi assista ; che dio ti accompagni | per ringraziare o per esprimere soddisfazione, riconoscenza: dio sia lodato! ; grazie a dio | per esprimere la speranza che un desiderio si avveri: dio voglia ; volesse dio | per scongiurare: dio ci scampi e liberi! | per indicare dubbio, sfiducia: dio sa quando! ; dio sa se. .. ' per rafforzare affermazioni di vario genere: dio mi è testimonio ; che dio mi fulmini se non dico il vero ' prov. : l'uomo propone e dio dispone , non possiamo esser sicuri che i nostri progetti si attueranno

4.  nelle religioni politeistiche, ciascuno degli esseri immortali dotati di diversi attributi: gli dei pagani | gli dei superi , inferi , nella mitologia classica, le divinità del cielo e quelle dell'oltretomba

5.  (fig.) cosa o persona che sia fatta quasi oggetto di culto: il guadagno è il suo unico dio | essere un dio , (fam.) essere bravissimo: in matematica è un dio.

dio (2)

agg. (poet.) divino, luminoso: la donna che per questa dia / region ti conduce (dante par. xxvi, 10-11).

diocesano

agg. (eccl.) della diocesi: sinodo diocesano | clero diocesano , clero secolare. 

leggi

diocesi

s.f.  (1) (eccl.) circoscrizione ecclesiastica sottoposta alla giurisdizione pastorale di un vescovo (2) nell'antica atene e nell'egitto tolemaico, l'amministrazione pubblica; nei regni ellenistici e nell'impero romano sotto diocleziano, distretto amministrativo. 

leggi

diodo

s.m. dispositivo elettronico a due elettrodi che consente il passaggio di corrente in una sola direzione; può essere costituito da un tubo a vuoto o a gas (valvola termoionica) o da un semiconduttore | diodi luminosi , quelli usati nei quadranti digitali di contatori di impulsi, di orologi ecc., noti come led. 

leggi

diodonte

s.m. pesce teleosteo con corpo provvisto di spine che può riempirsi d'aria, dilatarsi a palla e galleggiare in superficie (fam. diodontidi). 

leggi

dioico

agg. [pl. m. -ci] (bot.) si dice di pianta che porta solo fiori maschili o solo fiori femminili (p. e. la palma, il ginepro). 

leggi

diolefina

s.f. (chim.) diene. 

leggi

diolo

s.m. (chim.) composto chimico che contiene due gruppi alcolici; glicol. 

leggi

diomedea

s.f. (zool.) genere di uccelli a cui appartiene l'albatro; l'albatro stesso. 

leggi

dionea

s.f. pianta carnivora con foglie a forma di imbuto che si chiudono appena vi si posa un insetto (fam. droseracee). 

leggi

dionisiaco

agg. [pl. m. -ci] (1) di dioniso, dio greco del vino: culto dionisiaco  (2) (estens.) che è caratterizzato da uno stato di ebbrezza, di esaltazione entusiastica: furore , delirio dionisiaco  (3) spirito dionisiaco , nella concezione di f. w. nietzsche (1844-1900), la componente oscura, passionale dello spirito greco. 

leggi

Sitemap