eccessivo

agg. che eccede i limiti, che va oltre la giusta misura: eccessivo lavoro ; severità eccessiva § eccessivamente avv.

filautia

s.f. (lett.) amore eccessivo di sé. 

leggi

enfatizzazione

s.f. rilievo eccessivo dato a qualcosa: l'enfatizzazione dei propri meriti è sempre ridicola.  

leggi

imbonimento

s.m. il discorso che fa l'imbonitore | (estens.) qualsiasi elogio eccessivo e interessato di cose o persone. 

leggi

campanilismo

s.m. amore eccessivo (e spesso parziale, fazioso) per gli usi e le tradizioni del proprio paese o della propria città. 

leggi

eutrofizzazione

s.f. (biol.) eccessivo accrescimento e abnorme moltiplicazione delle piante acquatiche, per effetto della presenza nelle acque di dosi troppo elevate di sostanze nutritive. 

leggi

annacquamento

s.m. l'annacquare (anche fig.) | annacquamento del capitale , (econ. , fin.) in una società per azioni, emissione di azioni per un importo eccessivo rispetto al valore del patrimonio. 

leggi

congestione

s.f.  (1) (med.) eccesso di sangue in un tessuto o in un organo, fisiologico o patologico (2) intralcio, ingombro causato da un eccessivo affollamento di veicoli o persone: la congestione del traffico.  

leggi

eccessività

s.f. l'essere eccessivo: eccessività di una somma , di una spesa ; l'eccessività delle sue pretese.  

leggi

eccesso

s.m.  (1) l'eccedere, l'andare oltre la misura giusta; esagerazione: eccesso di premure , di fiducia ; eccesso di produzione | la parte che eccede: eliminare gli eccessi (di cibo , di peso ecc.) | in eccesso , di troppo: ce n'è in eccesso | per eccesso , per sovrabbondanza (opposto a per difetto): approssimazione per eccesso , (mat.) determinazione di una grandezza o di un numero mediante un valore lievemente superiore a quello reale | eccesso di difesa , (dir.) il reato colposo di chi,...

leggi

Sitemap