echio

s.m. pianta erbacea o arbustacea dei paesi mediterranei, coperta di peli ruvidi e biancastri, con fiori di color azzurro (fam. borraginacee).

echide

s.m. velenosissima vipera africana di color grigio sabbia con una macchia biancastra a forma di v sul capo (ord. squamati). 

leggi

echidna

s.f. mammifero australiano con corpo tozzo ricoperto di aculei e muso a becco (ord. monotremi). 

leggi

echidnina

s.f. (chim.) sostanza attiva del veleno dei serpenti. 

leggi

echidnovaccino

s.m. (med.) principio immunizzante del veleno dei serpenti. 

leggi

echinato

agg. (bot.) coperto di sottili e acute sporgenze simili a spine (p. e. l'involucro della castagna). 

leggi

echino

s.m.  (1) (zool.) riccio di mare (2) (arch.) nei capitelli dorico e ionico, elemento a profilo convesso posto sotto l'abaco, spesso ornato da una decorazione a forma di ovoli. 

leggi

echino-

primo elemento di termini scientifici composti, dal gr. echînos 'riccio'; vale 'riccio' o 'dall'aspetto di riccio, spinoso' (echinodermi). 

leggi

echinocactus

s.m. (bot.) genere di piante grasse viventi in america, con fusto tondeggiante e carnoso, e foglie trasformate in spine (fam. cactacee). 

leggi

echinococco

s.m. [pl. -chi] verme piatto parassita intestinale del cane, dal quale può trasmettersi all'uomo (cl. cestodi). 

leggi

echinococcosi

s.f. (med.) malattia causata dalle larve di echinococco che, insediandosi nel fegato o in altri organi di alcuni mammiferi, compreso l'uomo, provocano la formazione di grosse cisti. 

leggi

Sitemap