eclettismo

antiq. ecclettismo, s.m.

1.  (filos.) indirizzo filosofico formatosi in età ellenistico-romana e caratterizzato dalla combinazione di dottrine derivate da sistemi diversi | (estens.) elaborazione e fusione di dottrine e concezioni diverse

2.  corrente architettonica ottocentesca che propugnava il recupero di stili del passato, la loro arbitraria combinazione in un unico edificio, il ricorso spesso bizzarro a moduli orientali

3.  (estens.) l'atteggiamento di chi, in qualsiasi campo, non segue un unico metodo o indirizzo, ma alterna o fonde con versatilità metodi e indirizzi diversi | (spreg.) rimaneggiamento e combinazione non originale di idee altrui.

ecletticità

s.f. l'essere eclettico; eclettismo (nel sign. estens.). 

leggi

eclettico

antiq. ecclettico, agg. [pl. m. -ci] (1) dell'eclettismo; che segue l'eclettismo: cicerone fu un filosofo eclettico  (2) (estens.) che spazia in vari campi, che si dedica con successo ad attività diverse; versatile: un individuo eclettico  (3) (spreg.) che muove da presupposti culturali disparati, tentandone una conciliazione superficiale; che rimaneggia e combina senza originalità idee altrui s.m.  (4) filosofo che segue l'eclettismo (5) [f. -a] persona che svolge...

leggi

Sitemap