efficacia

s.f.

1.  l'essere efficace; capacità di ottenere l'effetto desiderato: l'efficacia di una medicina ; avere molta , scarsa efficacia ; esprimersi , scrivere con efficacia , con calore, in modo incisivo

2.  (dir.) capacità di un atto giuridico di produrre gli effetti per cui viene compiuto | validità attuale di una legge.

inoperante

agg. non operante; privo di efficacia o validità: legge , contratto inoperante.  

leggi

caducare

v. tr. [io caduco , tu caduchi ecc.] (dir.) abrogare, privare di efficacia (una legge, un atto e sim.). 

leggi

oleografico

agg. [pl. m. -ci] (1) relativo alla oleografia (2) (fig.) privo di originalità convenzionale, manierato: pittura , descrizione oleografica § oleograficamente avv.  (3) con tecnica oleografica (4) (fig.) in modo convenzionale, senza efficacia espressiva. 

leggi

exequatur

s.m. invar. formula con cui uno stato dava efficacia nel proprio ordinamento ad atti ecclesiastici quali la nomina di vescovi o il conferimento di benefici mediante un controllo preventivo. 

leggi

efficace

agg.  (1) che produce l'effetto voluto; che raggiunge lo scopo cui è destinato: farmaco efficace contro i reumatismi ; un rimprovero efficace | ricco di forza espressiva, incisivo, persuasivo: un discorso , uno scrittore efficace  (2) grazia efficace , (teol.) quella che spinge la volontà umana verso il bene e la salvezza (3) (dir.) che produce un effetto giuridicamente rilevante § efficacemente avv.  

leggi

Sitemap