es-

o e-, prefisso di parole derivate dal latino o di formazione moderna, in cui corrisponde all'originario e°x- (con funzioni analoghe a quelle del prefisso italiano s-); può avere valore privativo-detrattivo (enervare , esautorare , espropriare) o intensivo-rafforzativo (esortare , espugnare) ed esprimere il compimento dell'azione (escogitare); oppure indica allontanamento, separazione e sim., come la prep. lat. e°x 'fuori, via da, in giù, all'insù', da cui deriva (emergere , espellere , esportare).

Sitemap