falsificazionismo

s.m. (filos.) teoria epistemologica di matrice razionalistica in base alla quale un'ipotesi ha valore scientifico solo se è suscettibile di essere smentita dai dati dell'esperienza (principio di falsificazione); il maggiore esponente di questo indirizzo è il filosofo austriaco k. r. popper (1902-1994).

falsificazione

s.f. il falsificare, la cosa falsificata; contraffazione, falso: la falsificazione di un documento.  

leggi

Sitemap