fantasma

s.m. [pl. - smi]

1.  forma visibile dello spirito di un defunto; spettro, ombra: i fantasmi sono creazione della fantasia | essere il fantasma di sé stesso , (fig.) essere molto malridotto

2.  (estens.) ciò che è frutto dell'immaginazione, della fantasia: i fantasmi di una mente malata | fantasma poetico , nell'estetica idealistica, l'immagine che si agita nella fantasia dell'artista e che egli poi traduce in parole, suoni, colori ecc.

3.  (psicoan.) nella teoria freudiana, la scena primaria in cui il soggetto realizza i suoi desideri inconsci | in funzione di agg. invar. che esiste solo a parole, non di fatto: un progetto fantasma ; un re , un governo fantasma , privi di autorità effettiva.

fantasmagoria

s.f.  (1) successione di immagini proiettate dalla lanterna magica | (estens.) rapido susseguirsi di immagini, di colori, di suoni che colpiscono vivamente la fantasia; spettacolo vivace e sfarzoso: una fantasmagoria di bandiere  (2) (fig.) insieme caotico di cose, concetti, elementi che confondono la mente di chi osserva, legge o ascolta: quella poesia è una fantasmagoria di citazioni ; la sua conferenza fu una fantasmagoria di ipotesi, numeri, dati.  

leggi

fantasmagorico

agg. [pl. m. -ci] che ha il carattere, l'aspetto di una fantasmagoria: uno spettacolo fantasmagorico § fantasmagoricamente avv.  

leggi

fantasmatico

agg. [pl. m. -ci] (1) (psicoan.) relativo ai fantasmi della psiche (2) (lett.) di, da fantasma; immaginario, irreale § fantasmaticamente avv.  

leggi

apparizione

s.f. l'apparire, spec. di cose soprannaturali o fantastiche: l'apparizione di un fantasma , della madonna | anche, ciò che appare, visione. 

leggi

Sitemap