gabbia

ant. o dial. caiba [cài-ba] e gaiba, s.f.

1.  sorta di cassetta, con le pareti formate da sbarre, in cui si rinchiudono animali vivi, spec. uccelli; recinto con grosse sbarre di ferro per animali feroci: la gabbia dei canarini , dei leoni | uccel di gabbia , che si è adattato a vivere in cattività (fig.) persona abituata o costretta a vivere come prigioniera (si contrappone a uccel di bosco) | gabbia di matti , (fig.) ambiente in cui regna confusione e un allegro disordine. dim. gabbietta , gabbina , gabbiola , gabbiotto (m.), gabbiuccia accr. gabbiona , gabbione (m.) pegg. gabbiaccia

2.  recinto a sbarre in cui sono rinchiusi gli imputati durante il processo in tribunale | (fig. fam.) prigione: mettere , essere in gabbia

3.  (sport) recinto entro cui si effettuano le gare di lancio del martello e che serve a proteggere gli spettatori

4.  (mil.) garitta di legno o in muratura per il riparo delle sentinelle

5.  (estens.) involucro o recipiente a forma di gabbia: gabbia dell'ascensore , il recinto o lo spazio entro cui scorre; la gabbia del pilastro , la sua armatura in ferro | gabbia toracica , (anat.) l'insieme di ossa e cartilagini che contornano la cavità toracica | gabbia di scoiattolo , (elettr.) avvolgimento a forma di gabbia cilindrica usato per rotori di piccoli motori elettrici asincroni; è costituito da una serie di conduttori paralleli collegati alle due estremità da anelli circolari metallici che li chiudono in cortocircuito | gabbia di faraday , (elettr.) schermo elettrostatico a maglie metalliche, simile a una gabbia, che sottrae all'azione di campi elettrici esterni i corpi situati al suo interno

6.  (mar.) nei velieri a vele quadre, la seconda vela dell'albero di maestra, a partire dal basso | pl. le corrispondenti vele quadre degli altri due alberi: parrocchetto (2a vela del trinchetto) e contromezzana (2a vela della mezzana)

7.  schema grafico | (fig.) schema mentale.

gabbiaio

s.m. [f. -a] (non com.) chi costruisce o vende gabbie. 

leggi

gabbianello

s.m. uccello acquatico, migratore, simile a un piccolo gabbiano, con becco nerastro, piedi bruno-rossicci, testa e gola nere (ord. caradriformi). 

leggi

gabbiano

s.m. uccello acquatico dal corpo affusolato, con grandi ali bianche bordate di nero e zampe palmate; emette un grido rauco (ord. lariformi). 

leggi

gabbiata

s.f. l'insieme di animali rinchiusi in una gabbia. 

leggi

bruscola

s.f. (agr.) gabbia per spremere le olive; fiscolo. 

leggi

conigliera

s.f. recinto o gabbia in cui si allevano i conigli. 

leggi

capponaia

s.f.  (1) gabbia in cui si rinchiudono i capponi per farli ingrassare; stia (2) (gerg.) prigione. 

leggi

faradico

agg. [pl. m. - ci] di faraday | corrente faradica , corrente elettrica indotta, usata in medicina nella diagnosi o nella cura delle miopatie | gabbia faradica , (fis.) involucro a forma di gabbia per isolare un apparecchio da un campo elettrico. 

leggi

costato

s.m.  (1) gabbia toracica; torace: il costato di cristo  (2) il complesso delle costole negli animali macellati. 

leggi

gabbietta

s.f.  (1) dim. di gabbia  (2) involucro di filo di ferro applicato sul collo delle bottiglie di vino spumante o frizzante per assicurare il tappo. 

leggi

ghindare

v. tr. (mar.) innalzare, con un cavo, un albero di gabbia o un alberetto facendolo scorrere lungo i tronchi già a posto per collocarlo in sede; più in generale, issare: ghindare una vela.  

leggi

gabbione

s.m.  (1) accr. di gabbia  (2) opera di difesa del fondo o delle sponde di un corso d'acqua, che consiste in un involucro di rete metallica zincata riempito con ciottoli e pietrame (3) cesto di vimini, riempito di terra, usato come parapetto di trincee (4) la gabbia degli imputati nei tribunali. 

leggi

corriera

s.f.  (1) autobus che trasporta posta e passeggeri lungo un percorso di linea | in passato, vettura a cavalli con analoga funzione (2) gabbia usata nelle uccellande per ospitarvi gli uccelli di richiamo. 

leggi

coltellaccio

s.m.  (1) pegg. di coltello | grosso coltello (2) (mar.) vela trapezoidale sistemata lateralmente alle vele di gabbia o parrocchetto per aumentare la superficie velica esposta al vento. 

leggi

bengalino

s.m.  (1) [f. -a] lo stesso che bengalese | anche come agg.  (2) piccolo uccello tropicale con becco rosso e piumaggio dai colori vivacissimi, molto diffuso come uccello da gabbia (ord. passeriformi). 

leggi

costale

agg. (anat.) di costola o delle costole: arco costale , il margine inferiore libero della gabbia toracica; cartilagine costale , la porzione anteriore della costa, che unisce la costa stessa allo sterno. 

leggi

gabbacompagno

s.m. [pl. invar. o -gni] (non com.) imbroglione. 

leggi

gabbacristiani

s.m. invar. (non com.) chi inganna il prossimo; impostore. 

leggi

gabbamento

s.m. (non com.) il gabbare, l'essere gabbato. 

leggi

gabbamondo

s.m. invar. imbroglione; chi vive gabbando il prossimo (spesso scherz.). 

leggi

gabbanella

s.f.  (1) corto camice bianco indossato da medici e infermieri negli ospedali (2) veste da camera. 

leggi

gabbano

s.m. , o gabbana s.f. , (1) soprabito largo e lungo, talora foderato di pelliccia | voltare , mutare gabbana , (fig.) cambiare improvvisamente opinione, partito (2) sorta di veste da lavoro usata da contadini e operai. 

leggi

gabbare

v. tr. beffare, ingannare: gabbare il prossimo | prov. : passata la festa, gabbato lo (il) santo , si dice a chi, avuto il favore richiesto, dimentica le promesse fatte | v. intr. [aus. avere] (ant.) agire o parlare per burla | gabbarsi v. rifl. farsi beffe, prendersi gioco: gabbarsi dell'ingenuità di qualcuno.  

leggi

gabbatore

s.m. [f. -trice] chi gabba; imbroglione. 

leggi

gabbeo

s.m. tavola su cui, nelle saline, si pone ad asciugare il sale. 

leggi

Sitemap