gallo

(1)

s.m.

1.  uccello domestico commestibile, con piumaggio brillante, testa alta con grossa cresta carnosa e bargigli, zampe fornite di speroni, coda falciforme dai colori spesso vivaci (ord. galliformi) | al canto del gallo , all'alba | fare il gallo , (fig.) imbaldanzirsi; anche, essere fastidiosamente galante con le donne | essere il gallo della checca , del pollaio , (fig.) il beniamino delle donne | vispo come un gallo , (fig.) detto di uomo vivace e intraprendente con le donne. dim. galletto

2.  nome dato ad alcune specie di uccelli: gallo cedrone , grosso uccello di montagna, commestibile, con piumaggio nerastro, coda arrotondata, becco bianco; urogallo (ord. galliformi) | gallo farcello , (pop.) fagiano di monte | gallo d'india , (ant.) tacchino agg. invar. (peso) gallo, (sport) una delle categorie in cui sono divisi a seconda del peso i pugili, i lottatori e i pesisti; comprende atleti di peso piuttosto leggero | atleta appartenente a tale categoria.

gallo (2)

agg.

1.  (st.) della gallia, antica regione corrispondente all'attuale francia; relativo alle popolazioni celtiche che abitavano tale regione

2.  (lett.) francese s.m. (st.) abitante, nativo della gallia.

gallo (3)

s.m. nell'antica religione greca e romana, sacerdote della dea cibele.

gallare

v. tr. detto del gallo, fecondare l'uovo della gallina | v. intr. [aus. avere] detto dell'uovo, essere fecondato. 

leggi

galla

s.f.  (1) (bot.) rigonfiamento che si forma sulle foglie, sui rami e sulle radici di alcune piante in seguito alla puntura di insetti o all'attacco di parassiti vegetali (2) (fig.) a galla , a fior d'acqua; stare a galla , galleggiare; venire a galla , (fig.) scoprirsi, manifestarsi; tornare a galla , (fig.) riapparire | tenersi a galla , (fig.) guadagnare quello che basta per vivere o per far fronte agli impegni; anche, non lasciarsi travolgere dagli eventi | rimanere a galla , (fig.)...

leggi

gallare

non com. aggallare, v. intr. [aus. avere] (ant. , lett.) (1) stare a galla, galleggiare: i cuoci a' lor vassalli / fanno attuffare in mezzo la caldaia / la carne con li uncin, perché non galli (dante inf. xxi, 55-57) (2) (fig.) rallegrarsi, insuperbirsi, inorgoglirsi: di che l'animo vostro in alto galla...? (dante purg. x, 127). 

leggi

gallato

(1) part. pass. di gallare (2) agg. si dice dell'uovo fecondato dal gallo. 

leggi

gallatura

s.f. fecondazione dell'uovo da parte del gallo. 

leggi

galleggiabile

agg. che può galleggiare. 

leggi

galleggiabilità

s.f. capacità di un corpo di galleggiare. 

leggi

galleggiamento

s.m.  (1) il galleggiare | linea di galleggiamento , linea descritta dall'intersezione della superficie dell'acqua con la carena del natante (2) (sport) nel nuoto, l'attitudine di un corpo a galleggiare, che varia sensibilmente in rapporto alla costituzione fisica: un dorsista dotato di buon galleggiamento.  

leggi

galleggiante

part. pres. di galleggiare agg. che galleggia: ponte galleggiante s.m.  (1) denominazione generica di larghi e bassi natanti (pontoni, zattere ecc.), privi di propri mezzi di propulsione, generalmente adibiti al trasporto di materiale in porti, fiumi o laghi (2) (aer.) parte di un idrovolante o di un anfibio che serve per il sostentamento durante il decollo e l'ammaraggio (3) piccolo oggetto cavo, o di materiale più leggero dell'acqua, che si attacca a lenze, reti, attrezzi...

leggi

galleggiare

v. intr. [io galléggio ecc. ; aus. avere] mantenersi sulla superficie dell'acqua senza affondare; stare a galla | (estens.) di aerostato, aereo ecc., stare sospeso in aria, senza salire né scendere. 

leggi

Sitemap