iperbole

s.f.

1.  figura retorica che consiste nell'esagerare, per eccesso o per difetto, un concetto oltre i limiti del verosimile (p. e.: è un secolo che aspetto! ; in un secondo vado e torno)

2.  (mat.) curva che è il luogo dei punti del piano le cui distanze da due punti fissi del piano stesso (fuochi) hanno differenza costante.

iperboleggiare

v. intr. [io iperboléggio ecc. ; aus. avere] usare molte iperboli nel parlare o nello scrivere. 

leggi

iperbolico

agg. [pl. m. -ci] (1) che costituisce un'iperbole o fa uso di iperboli: espressione iperbolica ; linguaggio iperbolico | (estens.) eccessivo, esagerato, smisurato: lodi iperboliche ; una cifra iperbolica  (2) (mat.) che si riferisce all'iperbole; che ha la forma di un'iperbole: funzione iperbolica | antenna iperbolica , antenna il cui riflettore ha una sezione a forma di iperbole § iperbolicamente avv. per iperbole, facendo uso di iperboli: parlare iperbolicamente ...

leggi

iperbolicità

s.f. l'essere iperbolico (nell'uso estens.): iperbolicità di una frase , di un elogio.  

leggi

iperboloide

s.m. (mat.) superficie ottenuta dalla rotazione di un'iperbole attorno a un suo asse: iperboloide a due falde , se l'asse di rotazione è quello passante per i fuochi dell'iperbole; iperboloide a una falda , se l'asse di rotazione è perpendicolare al precedente. 

leggi

Sitemap