lacerante

part. pres. di lacerare agg.

1.  che lacera, che ha la capacità di lacerare

2.  (fig.) che colpisce fortemente; straziante: suono , dolore lacerante.

lacero-contuso

agg. (med.) si dice di ferita prodotta da un corpo lacerante e contundente insieme. 

leggi

lacerare

v. tr. [io làcero ecc.] (1) rompere con forza qualcosa; strappare, ridurre in brandelli: lacerare la carta , un vestito  (2) (fig.) squarciare con violenza; straziare, tormentare: un urlo di sirena lacerò l'aria ; un suono che lacera le orecchie ; il rimorso lacera l'animo | lacerarsi v. rifl. strapparsi, squarciarsi. 

leggi

lacerabile

agg. che può essere lacerato, che va soggetto a lacerazioni: un tessuto facilmente lacerabile.  

leggi

laceramento

s.m. il lacerare, il lacerarsi; lacerazione (anche fig.). 

leggi

laceratore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi lacera (spec. fig.): un grido / lacerator di ben costrutti orecchi (parini). 

leggi

lacerazione

s.f.  (1) il lacerare, il lacerarsi, l'essere lacerato | (med.) rottura traumatica di un tessuto o di un organo; la lesione che ne consegue: lacerazione cutanea ; lacerazione del collo dell'utero  (2) (fig.) grande afflizione; strazio. 

leggi

lacerna

s.f. nell'antichità romana, mantello di tessuto pesante, fermato con una fibbia sulla spalla. 

leggi

lacero

agg.  (1) strappato, ridotto a brandelli: abito lacero | ferita lacera , (med.) ferita a labbri sfrangiati, prodotta da uno strappo violento o da un corpo tagliente non affilato (2) che porta abiti sdruciti, strappati: un vecchio tutto lacero.  

leggi

lacertidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di rettili a cui appartiene la lucertola | sing. [-e] ogni rettile di tale famiglia. 

leggi

lacertiforme

agg. (zool.) si dice di animale che ha forma di lucertola. 

leggi

Sitemap