lagna

s.f.

1.  protesta o lamento ripetuto, insistente | (estens.) testo, discorso, brano musicale lento, prolisso, noioso | (fig.) persona lamentosa, noiosa

2.  (ant.) noia, fastidio: levati quinci e non mi dar più lagna (dante inf. xxxii, 95).

lagnanza

s.f. il lagnarsi; le parole con cui ci si lagna; lamentela (usato spec. al pl.): le lagnanze dei cittadini ; muovere , fare delle lagnanze.  

leggi

lagnarsi

v. rifl.  (1) emettere lamenti, lamentarsi (2) dolersi, rammaricarsi; manifestare il proprio malcontento o risentimento: lagnarsi di qualcuno , di o per qualcosa | non lagnarsi , non potersi lagnare , ritenersi soddisfatto. 

leggi

lagnio

s.m. (non com.) un lagnarsi continuo, ripetuto. 

leggi

lagno

s.m. (non com.) lamento o lagnanza insistente. 

leggi

lagnone

s.m. [f. -a] (fam.) persona lagnosa. 

leggi

lagnoso

agg.  (1) si dice di persona che si lagna, si lamenta di continuo (2) (fam.) noioso; lungo e prolisso: un film lagnoso § lagnosamente avv.  

leggi

Sitemap