lamiera

s.f. lastra metallica prodotta mediante laminazione, gener. sottoposta a lavorazioni successive nelle costruzioni meccaniche e nella produzione di oggetti diversi: lamiera piana , striata , ondulata ; lamiera d'acciaio , di rame ecc. ; lamiera sottile , media , spessa , di spessore inferiore a

1.  mm, fra

2.  e 5, superiore a 5; lamiera zincata , plastificata ecc. , secondo il trattamento che ha subito. dim. lamierino (m.) accr. lamierone (m.).

bandone

s.m.  (1) lamiera di grandi dimensioni (2) saracinesca di lamiera ondulata. 

leggi

banda

s.f. lamiera sottile: banda stagnata , latta. 

leggi

contropezza

s.f. (mar.) striscia di lamiera che, negli scafi metallici, viene sovrapposta a due lamiere contigue per collegarle. 

leggi

bordatrice

s.f. macchina con cui si fanno orli o bordi; in partic., quella che esegue la bordatura dei recipienti di lamiera sottile. 

leggi

aggraffatura

s.f.  (1) agganciatura, fissaggio con graffe (2) (tecn.) unione di due lamiere sottili o di due bordi della stessa lamiera eseguita sovrapponendo i lembi e ripiegandoli due volte assieme. 

leggi

campanaccio

s.m.  (1) grosso campanello di lamiera stampata che si lega al collo degli animali al pascolo per facilitarne il reperimento (2) campana di terracotta per richiamare le api all'alveare. 

leggi

bordatura

s.f.  (1) orlatura di un tessuto (2) operazione con cui si piegano e si arricciano i bordi dei recipienti di lamiera sottile (3) (mar.) fasciame di una nave. 

leggi

lamierino

s.m.  (1) dim. di lamiera  (2) lamiera sottile, e in partic. quella di materiale ferromagnetico impiegata nella costruzione delle parti di macchine elettriche attraversate da un flusso magnetico variabile nel tempo. 

leggi

lamierista

s.m. [pl. -sti] chi fabbrica o ripara oggetti di lamiera o di lamierino. 

leggi

Sitemap