lapidare

v. tr. [io làpido ecc.]

1.  colpire qualcuno con sassate per ucciderlo, sia come sfogo d'ira collettiva sia come forma di pena capitale in uso in diverse epoche e paesi

2.  (fig.) criticare aspramente; demolire a parole

3.  (mecc.) eseguire una lappatura; lappare.

lapidaria

s.f. (non com.) (1) arte e tecnica del comporre iscrizioni per lapidi (2) epigrafia. 

leggi

lapidario

agg.  (1) che riguarda le iscrizioni scolpite su lapide: arte lapidaria | caratteri lapidari , (tip.) grandi e con le ombre molto marcate (2) (fig.) conciso e solenne, sentenzioso: stile lapidario ; frase lapidaria s.m.  (3) artigiano che incide lapidi; letterista | (non com.) scalpellino, intagliatore (4) (ant.) gioielliere che lavora pietre preziose o pietre dure (5) museo che raccoglie lapidi antiche (6) trattato medievale sulle virtù e proprietà delle pietre...

leggi

lapidatore

s.m.  (1) [f. -trice] chi partecipa a una lapidazione (2) lappatore. 

leggi

lapidatrice

s.f. (mecc.) lappatrice. 

leggi

lapidatura

s.f. (mecc.) lappatura. 

leggi

lapidazione

s.f. il lapidare, l'essere lapidato: la lapidazione di santo stefano.  

leggi

lapide

s.f.  (1) lastra di pietra, marmo o altro materiale che chiude un sepolcro e sulla quale può essere incisa un'iscrizione funebre. dim. lapidina  (2) lastra recante un'iscrizione commemorativa, posta su monumenti, facciate di edifici ecc.: scoprire una lapide  (3) (ant.) pietra preziosa. 

leggi

lapidello

s.m. (mecc.) utensile di varia forma della lappatrice; può anche essere usato per la lappatura manuale. 

leggi

lapideo

agg. (lett.) di pietra, fatto di pietra: l'antica arca lapidea (pascoli) | (estens.) che ha la durezza o l'aspetto della pietra. 

leggi

lapidicolo

agg. (scient.) si dice di organismo animale o vegetale che vive tra i sassi. 

leggi

Sitemap