lupo

s.m.

1.  mammifero carnivoro selvatico simile al cane, che vive prevalentemente in branchi ed è caratterizzato da muso aguzzo, orecchie grandi ed erette, pelame folto, coda pendente, occhi obliqui e muscolatura molto robusta (fam. canidi); è simbolo di aggressività, forza malvagia, voracità: mangiare come un lupo , mangiare molto e avidamente | lupo mannaro , (pop.) licantropo; per estens., mostro feroce, spauracchio | lupo di mare , (fig.) marinaio di lunga esperienza, che non teme il mare | in bocca al lupo! , (fig.) augurio per chi deve affrontare una prova pericolosa o di esito incerto (è tradizionale rispondere: crepi il lupo!) | andare , finire , mettersi in bocca al lupo , (fig.) proprio nelle mani del nemico | il lupo e l'agnello , (fig.) si dice per rappresentare la situazione in cui il debole, pur avendo ragione, deve cedere alla violenza del forte | andare come l'agnello tra i lupi , (fig.) disarmato in mezzo ai violenti; tempo da lupi , pessimo, burrascoso | prov. : il lupo perde il pelo ma non il vizio , difficilmente si perdono le cattive abitudini; chi pecora si fa il lupo se lo mangia , la remissività contro i violenti non dà sicurezza, ma danno. dim. lupacchiotto , lupatto , lupetto , lupicino pegg. lupaccio

2.  (estens.) la pelliccia del lupo

3.  cane lupo , grosso cane con pelo lungo, muso allungato, orecchie diritte, facilmente addestrabile e impiegato come cane guida, da guardia e poliziotto; è detto anche pastore tedesco o alsaziano.

lupa

s.f.  (1) la femmina del lupo; nel linguaggio lett. è simbolo di avarizia e avidità | la lupa capitolina , emblema di roma (dalla leggenda secondo la quale una lupa avrebbe allattato romolo e remo, fondatori della città) | figli , figlie della lupa , (st.) nelle organizzazioni giovanili fasciste, bambini, bambine al di sotto dei sei anni | mal della lupa , (pop.) fame insaziabile. dim. lupacchiotta , lupetta  (2) (lett.) donna sessualmente avida; per estens., prostituta (3) (pop.)...

leggi

lupacchiotto

s.m.  (1) dim. di lupo  (2) lupo molto giovane; cucciolo di lupo. 

leggi

lupaia

s.f. (non com.) covo di lupi, luogo pieno di lupi. 

leggi

lupaia

vedi luparia

leggi

lupanare

s.m. (lett.) (1) bordello, postribolo: modi , frasi da lupanare , volgari (2) (fig.) luogo corrotto, ambiente immorale. 

leggi

lupara

s.f.  (1) cartuccia per fucili da caccia caricata con pallettoni (2) fucile da caccia a canne mozzate; è l'arma tradizionalmente usata dalla malavita siciliana | lupara bianca , (fig.) assassinio di stampo mafioso compiuto facendo sparire ogni traccia del cadavere. 

leggi

luparia

o lupaia, s.f. specie di aconito con fiori gialli; i rizomi e le radici furono tradizionalmente usati nella preparazione di cibo avvelenato contro i lupi e altri animali (fam. ranuncolacee). 

leggi

lupercale

agg. relativo al dio luperco, protettore dei greggi presso gli antichi romani | (feste) lupercali , feste di purificazione e di propiziazione per la fecondità, che si celebravano il 15 febbraio. 

leggi

lupesco

agg. [pl. m. -schi] di, da lupo; simile a lupo: sguardo lupesco § lupescamente avv.  

leggi

lupetto

s.m.  (1) dim. di lupo  (2) cucciolo di lupo o di cane lupo (3) denominazione dei bambini dai (4) agli 11 anni che fanno parte dell'associazione dei giovani esploratori. 

leggi

Sitemap