m

s.f. o m. invar. tredicesima lettera dell'alfabeto (undicesima dell'alfabeto italiano tradizionale), il cui nome è emme ; in it. rappresenta la consonante nasale bilabiale | m come milano , nella scansione delle parole lettera per lettera, spec. al telefono | viene usata in sigle (p. e. m è sigla automobilistica di malta) e abbreviazioni (p. e. m. v. , maria vergine; s.m. , sua maestà, o stato maggiore; s.p. m. , sue proprie mani, si scrive sulla corrispondenza riservata personalmente al destinatario; m. e. , medio evo; m. c. m. , minimo comune multiplo; m. , per nomi propri di persona come marco , mauro , marina) | m , in metrologia, simbolo del metro; m

1.  (o, impropriamente, mq), metro quadro; m

2.  (o, impropriamente, mc), metro cubo | m , (fis.) simbolo della massa | m , nella numerazione romana rappresenta il mille | m , (econ.) aggregato monetario: m1 , aggregato formato da circolante e depositi bancari e postali in conto corrente; m2 , formato da m1 più i depositi bancari e postali a risparmio; m3 , formato da m2 più i buoni ordinari del tesoro.

ma

cong.  (1) però, bensì (contrappone due elementi di una proposizione che hanno la stessa funzione sintattica o due proposizioni della stessa specie, talora anche ellitticamente): è un libro difficile ma interessante ; gli ho scritto, ma non mi ha mai risposto ; non punirò te ma lui ; non per mancanza di fiducia, ma per maggior sicurezza ; ha diversi quadri, ma non di autore ; dammene, ma solo un poco ; vai, ma in fretta | con valore di anzi : non buono, ma eccellente | in espressioni...

leggi

ma

o mah, inter. indica incertezza, dubbio, nelle risposte: «e' uscito?» «ma! non lo so» oppure «ma!» ; si usa anche in tono di disapprovazione o rassegnazione: «sai che ha interrotto gli studi?» «ma!» ; gli lasciano fare tutto ciò che vuole... ma! ; purtroppo non c'è niente da fare... ma!.  

leggi

macabro

agg. spaventoso, raccapricciante: spettacolo macabro ; scoperta macabra | usato anche come s.m. : avere il gusto del macabro § macabramente avv.  

leggi

macaco

non com. macacco , s.m. [pl. -chi] (1) genere di scimmie grigio-brune dal corpo tozzo, con coda breve e talora del tutto assente e visiera sopraorbitale molto vistosa (ord. primati) (2) (fig.) persona sciocca o goffa. 

leggi

macadam

s.m. tipo di pavimentazione stradale costituito da pietrisco costipato con un rullo compressore e amalgamato col suo stesso detrito. 

leggi

macadamizzare

v. tr. pavimentare una strada col macadam. 

leggi

macao

s.m. gioco di carte, d'azzardo, simile al sette e mezzo. 

leggi

macaone

s.m. farfalla diurna con ali gialle a macchie e venature nere e con un occhio rosso sulle ali inferiori (fam. papilionidi). 

leggi

macca

s.f. (pop. tosc.) grandissima abbondanza; macco | a macca , in gran quantità anche, a ufo, a scrocco: mangiare a macca.  

leggi

Sitemap