macchia

(1)

s.f.

1.  area di colore diversa dal resto di una superficie: un tessuto rosso a macchie bianche ; avere una macchia sul volto | ciuffo di peli di altro colore sul corpo d'un animale: mantello a macchie | (anat. , med.) lo stesso che macula : macchia cieca , macula lutea | macchia solare , (astr.) area oscura visibile talvolta sul disco solare. dim. macchietta , macchiettina , macchiolina accr. macchiona pegg. macchiaccia

2.  chiazza o altro segno lasciato da una sostanza sulla superficie di un corpo: macchia di unto , d'inchiostro , di vernice ; fare , togliere una macchia | espandersi , allargarsi a macchia d'olio , rapidamente e in tutte le direzioni: una città che si è allargata a macchia d'olio | dipingere a macchie , (pitt.) dando il colore nelle tonalità essenziali, con tratti rapidi, senza amalgamarlo

3.  (fig.) colpa, onta, vergogna: una vita senza macchia | cavaliere senza macchia e senza paura , persona integra e intrepida (per lo più scherz.).

macchia (2)

s.f. boscaglia fitta, di difficile accesso: macchia mediterranea , zona di vegetazione in cui predominano i frutici sempreverdi, tipica delle zone rivierasche dei paesi mediterranei | darsi , buttarsi alla macchia , rifugiarsi in zone selvagge per sfuggire alla cattura; quindi, darsi alla latitanza, alla lotta clandestina; (fig. scherz.) rendersi irreperibile | fare qualcosa alla macchia , (fig.) clandestinamente: stampare alla macchia , occultando volontariamente o falsificando luogo e data dell'edizione e nome dell'editore.

macchiaiolo

lett. macchiaiuolo , s.m. pittore appartenente a un movimento sorto a firenze intorno alla metà del sec. xix, che contrappose all'accademismo della pittura precedente una tecnica impressionistica basata sulla giustapposizione di macchie di colore. 

leggi

macchiare

v. tr. [io màcchio ecc.] (1) sporcare con una o più macchie: macchiare la tovaglia di vino ; macchiarsi il vestito di olio | (assol.) lasciare macchie: l'inchiostro macchia  (2) (estens.) aggiungere a un alimento una piccola quantità di un'altra sostanza che ne modifica il colore naturale: macchiare il caffè , con un po' di latte; macchiare il latte , con un po' di caffè macchiare la pastasciutta , con un po' di sugo (3) (fig.) corrompere la purezza...

leggi

macchiatico

s.m. [pl. m. -ci] (st.) il diritto di tagliare legname minuto nelle macchie; anche, la tassa relativa. 

leggi

macchiato

part. pass. di macchiare agg. nei sign. del verbo: abito macchiato ; latte , caffè macchiato ; onore macchiato | cosparso di macchie di colore diverso: marmo macchiato ; mantello macchiato , quello degli animali che presenta macchie di colore diverso rispetto al fondo uniforme s.m. (pitt.) il modo in cui un pittore usa la macchia di colore. 

leggi

ecchimotico

agg. [pl. m. -ci] (med.) relativo a ecchimosi: macchia ecchimotica.  

leggi

chiazza

s.f. grossa macchia tondeggiante: una chiazza di fango ; una chiazza rossa sulla fronte.  

leggi

boscaglia

s.f. macchia di arbusti, generalmente bassi e molto ramificati; anche, bosco fitto e intricato. 

leggi

calandrella

s.f. piccolo uccello dal piumaggio grigiastro, con una macchia nera ai lati del collo (ord. passeriformi). 

leggi

cobo

s.m. (zool.) grossa antilope africana dal pelame di colore bruno scuro con una macchia bianca sulla groppa. 

leggi

echide

s.m. velenosissima vipera africana di color grigio sabbia con una macchia biancastra a forma di v sul capo (ord. squamati). 

leggi

cicatricola

s.f.  (1) macchia biancastra nel tuorlo dell'uovo, dove ha sede il germe (2) (bot.) segno che resta sul seme quando si distacca dal frutto. 

leggi

antelio

s.m. macchia luminosa bianca che appare talvolta all'orizzonte in direzione opposta al sole a causa della rifrazione dei raggi solari nell'atmosfera. 

leggi

astigmatismo

s.m. (fis.) aberrazione di un sistema ottico a causa della quale un'immagine puntiforme appare dilatata a forma di macchia | (med.) difetto della vista dalle medesime caratteristiche dovuto a irregolare curvatura della cornea. 

leggi

macca

s.f. (pop. tosc.) grandissima abbondanza; macco | a macca , in gran quantità anche, a ufo, a scrocco: mangiare a macca.  

leggi

maccabeo

s.m. (fam.) persona goffa o stupida. 

leggi

maccarello

s.m. (zool.) scombro. 

leggi

maccartismo

s.m. atteggiamento politico improntato a violento anticomunismo; si riferisce propriamente al clima politico che caratterizzò gli stati uniti negli anni dal 1950 al 1953, per l'opera del senatore j. r. mccarthy (1909-1957). 

leggi

maccartista

s.m. e f. [pl. m. -sti] sostenitore del maccartismo. 

leggi

maccheronaio

s.m. [f. -ia] chi produce o vende maccheroni. 

leggi

maccheronata

s.f. (fam.) (1) mangiata di maccheroni; per estens., pranzo allegro tra amici (2) (fig.) grosso sproposito, errore madornale. 

leggi

maccherone

s.m.  (1) spec. pl. tipo di pasta alimentare lunga e bucata, di diametro superiore ai bucatini; nei vari usi region., anche, spaghetto, bucatino ecc.: maccheroni al sugo , al pomodoro | essere , cascare , piovere come il cacio sui maccheroni , (fig. fam.) si dice di cosa che giunge opportuna, a proposito. dim. maccheroncino  (2) (fig.) persona sciocca; babbeo. 

leggi

maccheronea

s.f. opera letteraria scritta in latino maccheronico. 

leggi

Sitemap