macerare

v. tr. [io màcero ecc.]

1.  tenere una sostanza a bagno nell'acqua o in altro solvente affinché perda la sua durezza o per estrarne uno o più componenti

2.  sottoporre a decomposizione; far putrefare: l'acqua macera le foglie | nell'ind. tessile e in quella cartaria, sottoporre al processo di macerazione: macerare la canapa , gli stracci

3.  (fig. lett.) tormentare, affliggere, angustiare: il dolore, il rimorso e la vergogna / mi maceravan l'anima (graf) | nel linguaggio religioso, mortificare, sottoporre a penitenza: macerare il proprio corpo | v. intr. [aus. avere], macerarsi v. rifl.

4.  essere sottoposto a macerazione

5.  (non com.) imputridire, marcire | v. rifl. tormentarsi, angustiarsi, rodersi: macerarsi dal dolore , per la gelosia , nel rimorso | nel linguaggio religioso, mortificarsi: macerarsi nelle penitenze.

macerato

part. pass. di macerare e macerarsi agg. nei sign. del verbo | che ha aspetto di cosa macerata: volto macerato , molto segnato, sofferente s.m. ciò che è messo a macerare. 

leggi

marcitoio

s.m. nelle cartiere, vasca nella quale si mettono a macerare gli stracci di cotone o di altre fibre vegetali; maceratoio. 

leggi

macerabile

agg. che può essere macerato: carte macerabili.  

leggi

macerabilità

s.f. (non com.) l'essere macerabile. 

leggi

maceramento

s.m. macerazione (spec. fig.). 

leggi

maceratese

agg. di macerata s.m. e f. abitante, nativo di macerata. 

leggi

maceratoio

s.m. fossa o vasca in cui si effettua la macerazione. 

leggi

maceratore

s.m. [f. -trice] (1) chi è addetto a operazioni di macerazione (2) apparecchio, costituito essenzialmente da una caldaia, in cui si realizza la macerazione agg. (non com.) che macera, che logora fisicamente o moralmente. 

leggi

macerazione

s.f.  (1) il macerare, il macerarsi, l'essere macerato (2) trattamento degli steli di canapa, lino e altre piante tessili per separare le fibre dalla parte legnosa; si effettua in acqua nel maceratoio o in soluzione alcalina nel maceratore (3) trattamento degli stracci di cotone, della carta da macero e della paglia di cereali per ricavarne la pasta da carta; si effettua nel maceratoio (4) (fig.) tormento, angustia | mortificazione, penitenza corporale. 

leggi

macereto

s.m.  (1) (non com.) ammasso di macerie (2) cumulo di detriti formatosi per la disgregazione delle rocce. 

leggi

maceria

s.f.  (1) (non com.) muro basso a secco, di pietre non squadrate (2) spec. pl. ammasso di materiali prodotto dal crollo di edifici e strutture murarie: dopo il terremoto il paese era ridotto a un cumulo di macerie.  

leggi

Sitemap