macia

poet. macea, s.f. (tosc.) mucchio di rovine, ammasso di macerie: macee che furono una chiesa (pascoli).

macabro

agg. spaventoso, raccapricciante: spettacolo macabro ; scoperta macabra | usato anche come s.m. : avere il gusto del macabro § macabramente avv.  

leggi

macaco

non com. macacco , s.m. [pl. -chi] (1) genere di scimmie grigio-brune dal corpo tozzo, con coda breve e talora del tutto assente e visiera sopraorbitale molto vistosa (ord. primati) (2) (fig.) persona sciocca o goffa. 

leggi

macadam

s.m. tipo di pavimentazione stradale costituito da pietrisco costipato con un rullo compressore e amalgamato col suo stesso detrito. 

leggi

macadamizzare

v. tr. pavimentare una strada col macadam. 

leggi

macao

s.m. gioco di carte, d'azzardo, simile al sette e mezzo. 

leggi

macaone

s.m. farfalla diurna con ali gialle a macchie e venature nere e con un occhio rosso sulle ali inferiori (fam. papilionidi). 

leggi

macca

s.f. (pop. tosc.) grandissima abbondanza; macco | a macca , in gran quantità anche, a ufo, a scrocco: mangiare a macca.  

leggi

maccabeo

s.m. (fam.) persona goffa o stupida. 

leggi

maccarello

s.m. (zool.) scombro. 

leggi

Sitemap