mafia

s.f.

1.  organizzazione criminale originaria della sicilia occidentale, sorta nel secolo scorso sotto il governo borbonico e diffusasi dopo l'unità a livello nazionale, fino ad assumere negli anni trenta rilievo internazionale; esercita un controllo parassitario su attività economiche e produttive come gli appalti edilizi, o su traffici illeciti come quello degli stupefacenti: i delitti , le vendette della mafia ; la mafia agraria ; la nuova mafia urbana

2.  (estens.) gruppo di potere che opera illecitamente: la mafia del sottogoverno

3.  (non com.) insolenza, prepotenza

4.  fare la mafia , (region. scherz.) sfoggiare un'eleganza vistosa.

mafiosità

s.f. l'essere mafioso, carattere mafioso: la mafiosità di un comportamento.  

leggi

mafioso

agg. della mafia, appartenente alla mafia: delitto mafioso ; un individuo mafioso s.m. [f. -a] (1) chi appartiene alla mafia; chi opera con metodi simili a quelli della mafia (2) (fam. , scherz.) persona che sfoggia un'eleganza vistosa § mafiosamente avv.  

leggi

Sitemap