magio

s.m. (spec. pl.) sacerdote e indovino dell'antica religione iranica, seguace di zarathustra | i magi , per antonomasia, i tre sacerdoti, detti popolarmente re magi , che secondo la tradizione evangelica sarebbero venuti dall'oriente per adorare gesù bambino.

maga

s.f.  (1) donna che esercita la magia (2) (fig.) donna seducente, ammaliatrice | donna straordinariamente abile: in cucina è una maga.  

leggi

magadis

o magade , s.f. (mus.) grande arpa a venti corde usata nell'antica grecia. 

leggi

magagna

s.f.  (1) guasto, difetto; imperfezione non grave, non appariscente: un legno con qualche magagna | malanno, acciacco: le magagne dell'età  (2) (fig.) vizio morale, azione non buona: nascondere le proprie magagne.  

leggi

magagnare

v. tr. (non com.) (1) guastare, danneggiare (2) (ant.) ferire | magagnarsi v. rifl. (non com.) guastarsi, detto spec. dei frutti. 

leggi

magagnato

part. pass. di magagnare agg.  (1) guasto, ammaccato, detto spec. di frutti (2) (non com.) detto di persona, ferito, pieno di acciacchi | (fig.) macchiato di qualche colpa. 

leggi

magalda

s.f. (lett.) prostituta. 

leggi

maganzese

agg.  (1) della casa di maganza, che nella tradizione dei poemi carolingi è considerata ostile a carlo magno | il maganzese , per antonomasia, gano di maganza, traditore di carlo magno e della causa cristiana (2) (lett.) traditore. 

leggi

magare

v. tr. [io mago , tu maghi ecc.] (lett.) ammaliare, stregare. 

leggi

magari

inter. esprime vivo desiderio: «ti piacerebbe fare un bel viaggio?» «magari!» cong.  (1) volesse il cielo che (con valore ottativo): magari fosse vero!  (2) (fam.) quand'anche, anche se (con valore concessivo): lo aspetterò, magari dovessi restare qui un giorno intero! avv. forse: magari riuscirà a farcela ; magari dirà di non saperne niente | persino: sarebbe disposto magari a perderci!.  

leggi

magatello

s.m. (lomb.) (1) il taglio di carne del girello (2) burattino, fantoccio. 

leggi

Sitemap