magistero

lett. magisterio , s.m.

1.  opera, ufficio, autorità di maestro; la professione dell'insegnare: darsi al magistero ; esercitare il magistero | facoltà di magistero , nome di una facoltà universitaria confluita in altre facoltà

2.  (estens.) insegnamento elevato e autorevole: il magistero della chiesa ; il magistero della corte costituzionale ; il magistero di dante attraverso i secoli | (ant.) guida morale, direzione spirituale

3.  (fig. lett.) abilità, maestria: con sottil magistero in campo angusto / forme infinite espresse il fabro dotto (tasso g. l. xvii, 66) | (ant.) trovata, espediente

4.  carica, ufficio di maestro o di gran maestro di un ordine religioso o cavalleresco

5.  (ant.) in alchimia, principio naturale avente potere curativo o trasmutante

6.  (antiq.) preparato salino in polvere, ottenuto per precipitazione: magistero di bismuto , di zolfo.

cattolico

ant. catolico, agg. [pl. m. -ci] (1) universale, detto unicamente della chiesa cristiana di roma, che ispira il suo magistero a principi di universalità (2) della chiesa di roma, che si riferisce al suo magistero: sacerdote , rito cattolico ; i dogmi cattolici ; la morale cattolica agg. e s.m. [f. -a] che, chi professa la religione cattolica § cattolicamente avv. secondo i principi della dottrina cattolica. 

leggi

Sitemap