metrica

s.f.

1.  l'insieme delle norme che regolano la composizione dei versi : studiare metrica ; manuale , prontuario di metrica | metrica quantitativa , quella della poesia classica, in cui il ritmo del verso si basa sulla quantità delle sillabe, cioè sulla disposizione delle sillabe lunghe e brevi | metrica accentuativa , quella della poesia moderna, in cui il ritmo si basa sulla disposizione degli accenti tonici e ritmici | metrica barbara , versificazione che si propone di trasporre i metri della poesia greco-latina, su base accentuativa (p. e. nelle «odi barbare» di carducci)

2.  il complesso dei metri usati di preferenza in un'epoca, in un ambiente letterario, da un poeta: metrica classica , alessandrina , italiana ; la metrica del petrarca

3.  (mat.) legge che dà la distanza tra due punti qualsiasi di uno spazio matematico.

acatalessi

s.f. nella metrica classica, assenza di catalessi. 

leggi

anaclastico

agg. [pl. m. -ci] nella metrica classica, si dice di verso che presenta anaclasi. 

leggi

accentuativo

agg. che riguarda l'accento, fondato sull'accento | metrica accentuativa , la metrica delle lingue neolatine, fondata sull'alternanza di sillabe toniche e atone secondo vari schemi; si contrappone alla metrica quantitativa (cioè fondata sull'alternanza di brevi e lunghe) delle lingue classiche. 

leggi

anacreonteo

agg. e s.m. si dice di verso della metrica classica costituito da un dimetro ionico a minore.  

leggi

abbreviamento

s.m.  (1) l'abbreviare (2) nella metrica greca e latina, il fenomeno per cui una sillaba lunga diviene breve. 

leggi

acefalia

s.f.  (1) (med.) mancanza congenita della testa (2) nella metrica classica, mancanza in un verso della prima sillaba. 

leggi

anapesto

s.m. nella metrica greca e latina, piede composto da due sillabe brevi e una lunga su cui cade l'ictus. 

leggi

anfibraco

s.m. [pl. -chi] nella metrica greca e latina, piede formato da una sillaba breve, una lunga e un'altra breve. 

leggi

anisosillabismo

s.m. disuguaglianza nel numero delle sillabe in versi della stessa natura; è tipico della metrica classica, ma si presenta anche, sporadicamente, nella poesia italiana delle origini. 

leggi

ancipite

agg.  (1) (lett.) duplice, ambiguo, dubbio (2) (ant.) detto di lama, a doppio taglio (3) nella metrica classica, si dice di sillaba o vocale che può essere breve o lunga nel corpo del verso. 

leggi

alcmanio

agg. e s.m. verso della metrica greca e latina che si compone di una tetrapodia dattilica acataletta; la sua invenzione è attribuita al poeta alcmane (sec. vii a. c.). 

leggi

acefalo

agg.  (1) senza capo (anche fig.): busto acefalo | manoscritto acefalo , (filol.) mancante della prima o delle prime pagine (2) nella metrica classica, si dice di verso mancante della prima sillaba. 

leggi

adonio

agg. e s.m. nella metrica greca e latina, si dice del quarto verso della strofe saffica, costituito da un dattilo e da uno spondeo o da un trocheo. 

leggi

anaclasi

s.f.  (1) nella metrica classica, interruzione del ritmo normale dovuta alla sostituzione di una sillaba breve con una lunga o viceversa (2) (fis.) rifrazione della luce. 

leggi

metrico

agg. [pl. m. -ci] (1) che riguarda la misura o le misure ' sistema metrico decimale , sistema in cui le unità di misura sono multipli e sottomultipli decimali delle unità fondamentali ' ufficio metrico , ufficio provinciale (dipendente dal ministero dell'industria e del commercio) che controlla gli strumenti di peso e di misura dei venditori (2) di un metro poetico, della metrica: schema metrico ; leggi , regole metriche | poesia metrica , quella basata sulla...

leggi

metricista

s.m. e f. [pl. m. -sti] studioso di metrica. 

leggi

metricologia

s.f. scienza dei metri poetici. 

leggi

metricologo

s.m. [f. -a ; pl. m. -gi] studioso di metricologia. 

leggi

Sitemap