nasale

agg.

1.  (anat.) del naso: osso , setto nasale ; cavità nasali

2.  (ling.) si dice di suono articolato con il velo palatino abbassato; l'italiano ha tre suoni consonantici nasali (/ m /, / n /, / n /)

3.  (estens.) si dice di voce che abbia particolare risonanza nelle fosse nasali: parlava col tono un po' nasale d'una trombetta di cartone (gadda) s.f. (ling.) consonante nasale | s.m. parte dell'elmo che difendeva il naso.

nasalizzare

v. tr. (ling.) rendere nasale un suono: in francese la «n» nasalizza la vocale che precede | pronunciare con suono nasale. 

leggi

denasalizzare

v. tr. (ling.) articolare un suono nasale come il corrispondente suono orale | denasalizzarsi v. rifl. (ling.) perdere il carattere di suono nasale. 

leggi

birignao

s.m. invar. il parlare strascicato e nasale degli attori che esagerano le intonazioni o deformano la dizione. 

leggi

olfattorio

agg. dell'olfatto: (nervo) olfattorio , (anat.) nervo cranico del primo paio che innerva la mucosa nasale e trasmette al cervello le sensazioni olfattive. 

leggi

pentolare

agg. e s.m. si dice di un particolare elmo medievale di forma cilindrica, simile a una pentola rovesciata, con nasale di bronzo e due fessure per la vista. 

leggi

catarrine

s.f. pl. (zool.) sottordine di scimmie dell'asia e dell'africa, di media e grossa statura, con setto nasale stretto, prive di coda prensile | sing. [-a] ogni scimmia appartenente a tale sottordine. 

leggi

nasalità

s.f. (ling.) caratteristica di un suono nasale. 

leggi

nasalizzato

part. pass. di nasalizzare agg. (ling.) si dice di suono continuo prodotto col velo palatino abbassato in modo che l'aria fuoriesca sia dal canale orale sia da quello nasale: vocale nasalizzata.  

leggi

nasalizzazione

s.f. (ling.) il nasalizzare, l'essere nasalizzato. 

leggi

Sitemap