nascimento

s.m. (lett.) il nascere; nascita: nasce l'uomo a fatica, / ed è rischio di morte il nascimento (leopardi canto notturno 39-40).

nascente

part. pres. di nascere agg.  (1) che nasce, che ha inizio: stella , luna nascente ; il giorno nascente , che sorge sull'orizzonte | il sole nascente , simbolo di partiti socialisti | astro nascente , (fig.) si dice di chi, già al suo primo mettersi in luce in un dato campo, promette di segnalarsi e di brillare per le sue doti (2) stato nascente , (chim.) quello di alcuni elementi (spec. idrogeno e ossigeno) che, nel momento in cui si liberano durante le reazioni, presentano una...

leggi

nascenza

s.f. (ant.) nascita. 

leggi

nascere

v. intr. [pres. io nasco , tu nasci ecc. ; pass. rem. io nàcqui , tu nascésti ecc. ; part. pass. nato ; aus. essere] (1) essere partorito, venire alla luce (di uomini e animali): nascere vivo , morto , prematuro , sano , cieco ; nascere ricco , povero ; nascere da , di nobile famiglia ; dante nacque a firenze nel 1265 | nascere bene , da famiglia nobile o ricca | nascere fortunato , vestito , con la camicia , sotto buona stella , si dice di persona che è sempre stata fortunata nella...

leggi

nascita

s.f.  (1) il nascere, l'essere nato: attendere la nascita del primo figlio ; il centenario della nascita di shakespeare ; essere cieco , sordo di , dalla nascita ; atto , certificato di nascita , documento che comprova la nascita di una persona e ne registra i dati anagrafici | controllo delle nascite , l'insieme dei metodi con i quali si tende a limitare il numero delle nascite (2) origine, famiglia, estrazione: essere di nascita nobile , umile ; essere povero , ricco di , per nascita...

leggi

nascituro

agg. e s.m. [f. -a] che, chi è sul punto di nascere: i diritti del nascituro.  

leggi

nasco

s.m. vitigno coltivato in sardegna; il vino bianco liquoroso e dal delicato profumo che se ne ricava. 

leggi

nascondarello

s.m. , o nascondarella e nasconderella s.f. , (region.) nascondino, rimpiattino. 

leggi

nascondere

v. tr. [pres. io nascóndo ecc. ; pass. rem. io nascósi , tu nascondésti ecc. ; part. pass. nascósto (ant. o poet. nascóso)] (1) mettere in luogo riposto, in modo che altri non veda o non trovi; celare, occultare: nascondere un tesoro , la refurtiva ; nascondere una persona ricercata dalla polizia | nascondere il viso tra le mani , per piangere, per la vergogna (2) impedire, ostacolare la vista; non lasciar vedere: il nuovo palazzo ci nasconde la vista del mare ; tutta la vallata...

leggi

nascondiglio

s.m. luogo adatto a nascondere o a nascondersi: il nascondiglio del ladro ; cercare , trovare un nascondiglio ; rifugiarsi in un nascondiglio.  

leggi

Sitemap