nausea

s.f.

1.  sensazione molesta di fastidio e d'ingombro allo stomaco accompagnato da vertigini, sudore freddo e abbondante salivazione, cui spesso segue il vomito: provare nausea ; avere un senso di nausea ; un odore che fa venire la nausea | mangiare fino alla nausea , fino all'estrema sazietà

2.  (fig.) sentimento di repulsione; vivo disgusto: adulazioni così servili da far nausea ' fastidio, noia, tedio: ripetere qualcosa sino alla nausea.

nauseabondo

agg. che dà nausea (anche fig.): odore nauseabondo ; un'ipocrisia nauseabonda.  

leggi

nauseante

part. pres. di nauseare agg. che suscita nausea (anche fig.): odore , scena nauseante.  

leggi

nauseare

v. tr. [io nàuseo ecc.] (1) eccitare la nausea (anche fig.): questo odore nausea ; il suo comportamento nauseò tutti  (2) (antiq.) avere a nausea, disdegnare: i popoli pastori, sicuri del vitto, poterono nauseare la carne umana (cattaneo). 

leggi

nauseato

part. pass. di nauseare agg. vivamente disgustato: essere , sentirsi nauseato di qualcosa.  

leggi

controstomaco

o contro stomaco, avv. con ripugnanza, con nausea (anche fig.): mangiare , fare qualcosa controstomaco s.m. (pl. -chi o -ci) nausea, voltastomaco. 

leggi

ristucchevole

agg. (non com.) molto stucchevole, che dà la nausea (anche fig.). 

leggi

trichinosi

s.f. (med.) malattia parassitaria provocata dall'ingestione di carne suina infestata dalla trichina; si manifesta con febbre, dolori muscolari, nausea e diarrea. 

leggi

nauseoso

agg. (non com.) nauseante, disgustoso. 

leggi

Sitemap