nucleo

s.m.

1.  la parte più interna o centrale di qualcosa; il primo elemento intorno a cui si è formato un più complesso organismo: il nucleo formativo di una struttura ; il nucleo costitutivo di una frase ; il nucleo concettuale di una teoria ; nucleo abitativo , aggregato di edifici per uso abitativo

2.  (biol.) corpuscolo sferoidale costituente la parte vitale ed essenziale della cellula

3.  (fis.) parte centrale dell'atomo formata da protoni e neutroni

4.  (astr.) la parte più luminosa di una cometa, distinta dalla coda e composta per lo più di frammenti di materia solida

5.  (geol.) la parte centrale della sfera terrestre costituita da un ammasso di materiale incandescente che si suppone allo stato fluido

6.  (elettr.) parte del circuito magnetico di un elettromagnete o di una macchina elettrica, concatenata con gli avvolgimenti; anche, ciascuno degli elementi di ferrite, a forma di anellino, con i quali vengono costruite le memorie di alcuni calcolatori elettronici: una memoria a nuclei

7.  (inform.) parte di un sistema operativo contenente le funzioni fondamentali del sistema stesso e che perciò deve essere permanentemente presente in memoria durante l'elaborazione

8.  (fig.) piccolo gruppo di persone; reparto formato di pochi uomini con particolari mansioni: il nucleo dei soci fondatori ; i nuclei antiscippo della polizia | nucleo familiare , l'insieme di individui che costituisce una famiglia.

nucleofilo

agg. (chim.) che ha la proprietà di cedere elettroni alle molecole o agli ioni con cui entra in reazione: reagente nucleofilo.  

leggi

nucleolo

s.m. (biol.) ciascuno dei corpuscoli omogenei presenti in numero vario nel nucleo della cellula. 

leggi

nucleone

s.m. (fis.) termine generico che indica le particelle elementari (protoni e neutroni considerati insieme) componenti il nucleo atomico; il numero dei nucleoni di un atomo che dà il numero di massa dell'elemento. 

leggi

nucleonica

s.f. la fisica nucleare nelle sue applicazioni pratiche. 

leggi

nucleoplasma

s.m. [pl. -smi] il plasma contenuto all'interno del nucleo delle cellule. 

leggi

nucleoproteina

s.f. (biol.) ogni proteina contenuta nel nucleo cellulare, composta da una parte organica (nucleoside) e da una inorganica (acido fosforico). 

leggi

nucleoside

s.m. (biol.) ogni composto organico delle nucleoproteine costituito da uno zucchero, pentoso o esoso, legato a un composto basico azotato quale una purina o una pirimidina. 

leggi

nucleotermoelettrico

agg. [pl. m. -ci] si dice di impianto per la trasformazione di energia nucleare in energia termica e di questa in energia elettrica: centrale nucleotermoelettrica , denominazione tecnica delle centrali nucleari. 

leggi

nucleotide

s.m. (biol.) unità fondamentale degli acidi nucleici, costituita da esteri fosforici dei nucleosidi. 

leggi

cariogenesi

s.f. (biol.) processo formativo di un nucleo cellulare. 

leggi

antinucleo

s.m. (fis.) nucleo composto di antineutroni e antiprotoni. 

leggi

cariocinesi

s.f. (biol.) fenomeno che avviene nel nucleo di una cellula animale o vegetale e che porta alla divisione del nucleo stesso e alla riproduzione della cellula; è detto anche mitosi.  

leggi

barisfera

s.f. il nucleo della terra, formato da materiale a densità elevata e altissima temperatura. 

leggi

cariogamia

s.f. (biol.) nella riproduzione sessuata, fusione del nucleo del gamete maschile con quello del gamete femminile. 

leggi

acentrico

agg. [pl. -ci] che manca di un centro, di un nucleo centrale: los angeles è una città acentrica.  

leggi

burrino

s.m. formaggio, a forma di pera, consistente in un caciocavallo con nucleo di burro, spesso salato. 

leggi

avamposto

s.m. posto avanzato di uno schieramento militare costituito da un piccolo nucleo di soldati con compiti di difesa e di osservazione. 

leggi

arrogazione

s.f. istituto del diritto romano per cui un capo famiglia poneva sé stesso, il proprio nucleo familiare e i propri beni sotto la patria potestà di un altro capo famiglia. 

leggi

batterio

meno com. bacterio, [bac-tè-rio], s.m. (biol.) microrganismo unicellulare che è caratterizzato dall'assenza di un nucleo morfologicamente definito e che si riproduce agamicamente per scissione : batterio patogeno , che produce malattie. 

leggi

nucleale

agg. (lett.) che si riferisce al nucleo, alla parte essenziale, sostanziale di qualcosa: il contenuto nucleale della predicazione cristiana (papini). 

leggi

nucleare

agg.  (1) (non com.) che si riferisce al nucleo, alla parte centrale, sostanziale di qualcosa; nucleale (2) (fis.) che è proprio o si riferisce al nucleo dell'atomo: fisica nucleare , la parte della fisica che studia le proprietà e i fenomeni che concernono il nucleo degli atomi; energia nucleare , quella contenuta nel nucleo atomico, che si libera per sintesi di nuclei leggeri nel processo di fusione, o per scissione di nuclei pesanti...

leggi

nucleasi

s.f. (chim. biol.) enzima idrolitico della cellula che scinde gli acidi nucleici. 

leggi

nucleato

agg. (biol.) dotato di nucleo. 

leggi

nucleico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) si dice di ogni acido organico a struttura molto complessa, a forma di doppia elica, presente nelle proteine del nucleo cellulare in forma di dna o rna e costituito di unità più piccole dette nucleotidi. 

leggi

nucleina

s.f. (chim.) sostanza organica proteica fosforata presente nel nucleo di tutte le cellule. 

leggi

Sitemap